giovedì 25.05.2017
caricamento meteo
Sections

Acque

Tutela qualitativa delle acque


Cosa fa la Regione

Le tipologie di scarico, così come definito dal D.lgs 152/06 sono: acque reflue domestiche, acque reflue urbane, acque reflue industriali, compresi gli scarichi di sostanze pericolose.

La Regione predispone le norme, le direttive e i regolamenti attuativi sul trattamento delle acque di scarico, ed effettua attività di coordinamento tra gli enti delegati in materia di normazione. Inoltre coordina tutte le attività finalizzate alla predisposizione delle comunicazioni al Ministero dell'Ambiente e territorio e alla Commissione europea per quello che riguarda gli obblighi derivanti dall'adozione delle Direttive comunitarie.

La Regione infine svolge anche un'azione di indirizzo delle attività di controllo delle acque e degli scarichi in relazione alle esigenze di valutazione degli effetti delle azioni regionali, ed esercita una funzione di omogeneizzazione delle attività di controllo svolte a livello provinciale.

La Regione in attuazione della direttiva 91/676/CEE, la Regione provvede alla designazione delle Zone Vulnerabili da Nitrati di origine agricola (ZVN) e alla predisposizione ed applicazione di specifici “Programmi d’azione Nitrati” che, facendo riferimento anche a quanto indicato nei Codici di Buona Pratica Agricola stabiliscano le modalità con cui può essere effettuata l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento nelle Zone Vulnerabili.

  

A chi rivolgersi

Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti Fisici
viale della Fiera, 8
40127 Bologna
tel. 051.527.6980
fax 051.527.6874
email AmbPiani@Regione.Emilia-Romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/10/2014 — ultima modifica 09/06/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it