giovedì 29.06.2017
caricamento meteo
Sections

Acque

Tutela quantitativa delle acque


Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna ha elaborato un "Programma regionale di conservazione e risparmio della risorsa acqua", proposto per la prima volta il 22 marzo 2002 in occasione della Giornata mondiale dell'Acqua.

Al fine di favorire un uso più razionale ed efficiente di questa preziosa risorsa, la Regione intende sviluppare prioritariamente nuove politiche di conservazione, risparmio e governo della domanda della risorsa acqua, da affiancare alle più tradizionali politiche infrastrutturali.

L'innovativo Programma prende in esame il quadro generale della conservazione della risorsa a livello internazionale, europeo e nazionale, fino a delineare ed approfondire gli aspetti salienti del territorio dell'Emilia-Romagna; seguono poi le analisi e le proposte, che si avvalgono di una serie di strumenti normativi, economici e di pianificazione volte alla realizzazione di azioni concrete come la riduzione delle perdite di rete, il risparmio in tutti i settori idroesigenti (civile, agricolo, zootecnico e industriale), l'educazione e l'informazione, i progetti pilota, la ricerca e gli studi, il riuso delle acque reflue.

Il Programma di conservazione si sviluppa in parte all'interno dello stesso Piano di tutela delle acque, che rappresenta il principale strumento di pianificazione regionale.

A chi rivolgersi

Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti Fisici
viale della Fiera, 8
40127 Bologna
tel. 051.527.6980
fax 051.527.6874
email AmbPiani@Regione.Emilia-Romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/10/2014 — ultima modifica 09/06/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it