martedì 18.12.2018
caricamento meteo
Sections

Inquinamento

Inquinamento acustico


Cosa fa la Regione

Ogni introduzione di rumore nell’ambiente esterno o abitativo in grado di recare problemi alla salute dell’uomo o all’ambiente, o allo svolgimento delle normali attività umane si definisce come inquinamento acustico.

Le cause di questo tipo di inquinamento sono molteplici. Fattori quali il traffico veicolare, ferroviario, aereoportuale e marittimo, nonché le attività industriali ed agricole sono certamente tra i principali responsabili, anche la topografia del territorio, è ritenuto importante fattore determinante, in quanto favorisce o limita la propagazione del rumore.

Le principali norme nazionali di riferimento sono la legge 26 ottobre 1995, n. 447 “Legge quadro sull’inquinamento acustico” che stabilisce i principi fondamentali relativi alla tutela dal rumore sia in ambienti esterni che abitativi, ed il decreto legislativo 194/2005 “Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale” che, per prevenire e ridurre gli effetti nocivi dovuti alla esposizione al rumore ambientale, prevede l’elaborazione di mappe acustiche e di Piani di azione.

La Regione, in recepimento di tali norme e per contrastare il fenomeno dell’inquinamento acustico, emana leggi e direttive tecniche applicative. In particolare, ha emanato la legge regionale 9 maggio 2001, n. 15 “Disposizioni in materia di inquinamento acustico” con cui ha dettato norme volte alla tutela della salute e la salvaguardia dell'ambiente esterno ed abitativo dalle sorgenti sonore, ed una serie di atti con cui ha, ad esempio, impartito le linee guida per l’elaborazione delle mappe acustiche e dei Piani di azione, ed ha individuato i criteri per il riconoscimento della figura di tecnico in acustica.

La Regione inoltre, segue la procedura di iscrizione nell’elenco nominativo nazionale dei Tecnici Competenti in Acustica (TCA) riconosciuti prima e dopo l’emanazione del decreto legislativo 42/2017 “Disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico, a norma dell'articolo 19, comma 2, lettere a), b), c), d), e), f) e h) della legge 30 ottobre 2014, n. 161”.

 

A chi rivolgersi

Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti fisici

viale della Fiera, 8
40127 Bologna
tel. 051-527 6980- 6041- 6942
fax 051-527 6874- 6913
email ambpiani@Regione.Emilia-Romagna.it

PEC:    ambpiani@postacert.Regione.Emilia-Romagna.it

Responsabile del Servizio Marco Deserti


Alfonso Albanelli
tel. 051-527.6843
email  Alfonso.albanelli@regione.emilia-romagna.it

Tanya Fontana
tel. 051-527.6017
email tanya.fontana@regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

Pubblicazioni

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/10/2013 — ultima modifica 07/12/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it