venerdì 21.09.2018
caricamento meteo
Sections

Inquinamento

La Scheda Tecnica

In base alla legge regionale n. 26/2003 (Disposizioni in materia di pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose) il gestore di uno stabilimento a rischio di incidente rilevante (di seguito stabilimento RIR) di soglia inferiore (ex art. 6 LDLgs 334/99) deve presentare all'autorità competente (prima era la Provincia, oggi a seguito della legge di riordino istituzionale LR 13/15 sarà l'ARPAE) una Scheda Tecnica debitamente compilata secondo le indicazioni fornite da apposita direttiva regionale (DGR 1239 del 1° agosto 2016), che permetta all'Amministrazione competente di acquisire un'adeguata conoscenza dello stabilimento, delle sostanze utilizzate, del sistema di gestione della sicurezza adottato e di validare l’identificazione degli eventi e scenari incidentali, nonché la probabilità di accadere, i possibili effetti e le aree di danno ad essi associati.

Per valutare e validare tali informazioni, l'autorità competente si avvale ai sensi dell’arti. 3 della legge regionale, di un Comitato tecnico di Valutazione dei Rischi (C.V.R.) nel quale la presenza dell’Arpae, della direzione regionale dei Vigili del fuoco, dell’ INAIL e della Regione (nonché l’integrazione con un rappresentante del Comando provinciale dei VVFF, del Comune competente per territorio e della ASL) garantisce una valutazione approfondita, di elevata qualità professionale ed interdisciplinare.

Le aree di danno identificate per ciascuno stabilimento RIR, e le compatibilità di queste con il territorio circostante definite ai sensi del DM 9/5/2001 “ Requisiti minimi di sicurezza in materia di pianificazione urbanistica e territoriale per le zone interessate da stabilimenti a rischio di incidente rilevante” sono di fondamentale importanza anche per gli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica, al fine di garantire la compatibilità dello stabilimento con gli elementi territoriali ed ambientali ritenuti sensibili, effettivamente presenti sul territorio interessato.

Azioni sul documento
Pubblicato il 24/10/2013 — ultima modifica 12/08/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it