martedì 17.10.2017
caricamento meteo
Sections

Paleosuoli, pedoarcheologia, paesaggi culturali

A Imola una serie di incotri ed escursioni

Dettagli dell'evento

Quando

dal 11/09/2017 alle 11:30
al 13/09/2017 alle 20:00

Dove

Palazzo Sersanti – Imola (BO)

Persona di riferimento

Aggiungi l'evento al calendario

Con il termine Paleosuoli vengono indicati suoli che si sono formati in ambienti diversi da quello attuale ed il loro studio, affiancato a quello geostrati-grafico, fornisce importanti contributi nelle ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali. L’indagine paleopedologica richiede l’integra-zione di conoscenze geologiche, chimico-fisiche, tassonomiche dei suoli, palinologiche, divenendo così strumento interpretativo indispensabile per lo studio degli ambienti del passato in particolare nelle ricostruzioni dei paesaggi del Quaternario continentale. La Paleopedologia è quindi disciplina che può fornire importanti contributi alle indagini Archeologiche affiancandosi e compenetrandosi con gli studi di Archeozoologia, Archebotanica e Geoarchelogia.
L’uomo ha lasciato nel suolo sin dalla preistoria segni della sua presenza e attività che oggi possono essere interpretati sia attraverso il ritrovamento di manufatti e di reperti di origine organica od inorganica, che attraverso alcune caratteristiche che i suoli presentano in funzione delle modalità con cui li ha gestiti.


La PedoArcheologia è nello specifico lo studio dei suoli finalizzato a fornire indizi e risposte alle indagini storico-archeologiche, indagando sulle interazioni tra attività umana e suoli nel tempo e contribuendo alla caratterizzazione dei Paesaggi Culturali definiti nell'ambito dei forum internazionali sui patrimoni dell'umanità (UNESCO) come aree geografiche o proprietà distinte che in modo peculiare rappresentano l'opera combinata della natura e dell'uomo. Finalità del workshop è mettere a confronto le conoscenze sull’evoluzione dei suoli nel tempo, in funzione delle modificazioni ambientali, climatiche ed antropiche. Importante il ruolo delle metodologie e degli strumenti utilizzati dai diversi gruppi di ricerca, verificando le possibili interazioni ed integrazioni in una visione di approccio interdisciplinare non ancora ben definito nell’ambito delle diverse istituzioni preposte allo studio, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

 

Programma

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/08/2017 — ultima modifica 10/08/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it