venerdì 28.04.2017
caricamento meteo
Sections

Geologia, sismica e suoli

Contributi previsti dalla L.R. 9/2006 “Norme per la conservazione e valorizzazione della geodiversità dell'Emilia-Romagna e delle attività ad essa collegate”

partono i termini per l'assegnazione dei contributi come da DGR n. 314 del 20 Marzo 2017, che stabilisce i criteri, termini e modalità per l’assegnazione dei contributi previsti dalla L.R. 9/2006
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
  • Enti locali
  • Associazioni
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 21/04/2017
Scadenza termini partecipazione 19/05/2017 23:55

Pubblicata sul BURERT n. 108 del 19 aprile 1017 la Deliberazione di Giunta Regionale n. 314 del 20 Marzo 2017, che stabilisce i criteri, termini e modalità per l’assegnazione dei contributi previsti dalla L.R. 9/2006 “Norme per la conservazione e valorizzazione della geodiversità dell'Emilia-Romagna e delle attività ad essa collegate”.

Entro 30 giorni da questa data gli Enti ed i soggetti interessati, possono presentare la domanda per l’assegnazione dei contributi, secondo le procedure stabilite nella DGR n. 314 del 20 marzo 2017.

I contributi, validi per il 2017, saranno concessi alle seguenti categorie di soggetti:

1)     Ai sensi dell’art. 8 comma 1 ai Comuni ed alle loro Unioni sul cui territorio ricadono geositi e grotte individuate nei catasti approvati con Delibera di Giunta n.1302, del 1 agosto 2016, finalizzati a sostenere, per un ammontare massimo complessivo di 30.000 Euro:

a)      programmi e progetti per la sistemazione, la tutela e la fruizione dei geositi e delle grotte individuate nei catasti di cui agli art. 3 e 4 della L.R.9/2016;

b)      progetti di carattere scientifico divulgativo ed educativo diretti alla diffusione della tutela naturalistica e della conoscenza del patrimonio geologico e ipogeo regionale.

2) alla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 8 comma 3, finalizzati a sostenere, per un ammontare massimo complessivo di 10.000 Euro, la conservazione e aggiornamento del catasto delle grotte, delle cavità artificiali e delle aree carsiche e per gli studi e le pubblicazioni di carattere geologico e speleologico aventi per tema la conoscenza e valorizzazione e la tutela dei geositi, delle aree carsiche e del patrimonio ipogeo.

3) ai sensi dell’art. 9 L.R. 9/2006 ai soggetti giuridici con personale abilitato al soccorso speleologico (per il rimborso delle spese di cui alle lettere a), b), c)), e/o che svolgono attività di formazione e aggiornamento ai fini del soccorso speleologico e iniziative di prevenzione degli infortuni speleologici (per il rimborso delle spese di cui alle lettere d) ed e)), per un ammontare massimo complessivo di 10.000 Euro. Tali soggetti devono avere già presentato domanda entro il 30 settembre 2016.

In particolare i soggetti di cui ai punti 1) e 2) dovranno presentare domanda alla Regione Emilia-Romagna entro 30 giorni dalla pubblicazione della Deliberazione di Giunta sul BURERT esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo segrgeol@postacert.regione.emilia-romagna.it.

 

 


Contatti

Servizio Geologico Sismico e dei suoli

051 527 4792

segrgeol@postacert.regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/04/2017 — ultima modifica 21/04/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it