giovedì 13.12.2018
caricamento meteo
Sections

Geologia, sismica e suoli

Aggiornamento dell'elenco Strutture sismiche e i rispettivi Comuni

Il 27/06/2018 è stato aggiornato l'elenco delle Strutture tecniche competenti in materia sismica nella Regione Emilia-Romagna (DGR 2075/2017 p.to 6 deliberato)

La legge regionale LR n. 19 del 30 ottobre 2008 intitolata "Norme per la riduzione del rischio sismico" con l’articolo 3 (commi 1, 2 e 4) ha delegato le funzioni sismiche ai Comuni, dando a loro due possibilità:

  • di  esercitare la funzione sismica autonomamente, in forma singola o associata, dotandosi di strutture tecniche adeguate per l’esercizio di tali compiti (DGR n.1804 del 3/11/2008 . Standard minimi)
  • di avvalersi stabilmente delle strutture tecniche regionali per un periodo non inferiore a dieci anni dall’entrata in vigore della stessa legge.

Lo stesso articolo 3 al comma 7 attribuiva alla Regione il compito di verificare che i Comuni abbiano assunto i provvedimenti necessari per l’esercizio autonomo delle funzioni sismiche. 

Tre anni fa la legge regionale LR n. 13 del 30 luglio 2015, intitolata “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” ha disposto (art. 21, comma 3) che i Comuni possono stipulare accordi con la Regione per definire, in via anticipata rispetto al termine decennale, la data di decorrenza dell'esercizio autonomo delle funzioni in materia sismica, con conseguente cessazione dell'avvalimento regionale. La scadenza definitiva per la cessazione dell’avvalimento è stata fissata alla data del 31 dicembre 2018 con legge regionale n. 25 del 27 dicembre 2017 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2018”, art. 35.

La ricognizione dei Comuni che esercitano autonomamente le funzioni in materia sismica e di quelli che la esercitano avvalendosi delle strutture tecniche regionali è avvenuta successivamente con:

  1. DGR n. 1852 del 16/11/2009;
  2. DGR n. 49 del 23/01/2012;
  3. DGR n. 2075 del 20/12/2017.

Ai sensi del punto 6 della sopra citata DGR n. 2075/2017 i successivi aggiornamenti vengono periodicamente pubblicati a cura del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.

  1. Aggiornamento al 29 marzo 2018;
  2. Aggiornamento al 27 giugno 2018

 

Sono nate le strutture

  • Comune di Rimini (dal 29 giugno 2018)
  • Comune di Forlì (dal 30 giugno 2018) con 4 comuni associati: Forlì, Bertinoro (convenzionato), Castrocaro Terme e Terra del Sole (convenzionato) e Forlimpopoli (convenzionato)


Altre novità

  • Cambio nome e composizione
    la Struttura intercomunale di Sassuolo cambia nome e accorpa tutti i Comuni nell’Unione Distretto Ceramico con Montefiorino, Frassinoro, Palagano, Sassuolo ai quali si aggiungono altri 4 Comuni a partire dal 29/06/2018 Fiorano Modenese, Formigine, Maranello e Prignano sulla Secchia
  • Proroga
    la Struttura Unione Comuni Valli Taro e Ceno eserciterà le proprie funzioni a partire dal 1/09/2018 (la convenzione con la Struttura Unione Appennino Parma est è stata prorogata fino al 31/08/2018).

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/06/2018 — ultima modifica 02/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it