domenica 16.12.2018
caricamento meteo
Sections

Geologia, sismica e suoli

Sismica: nuovi importi per le spese istruttorie e revisione degli standard minimi per le strutture tecniche in Regione

aggiornamento degli standard minimi per l'esercizio delle funzioni in materia sismica e ridefinizione del rimborso forfettario per le spese istruttorie relative alle autorizzazioni sismiche e ai depositi dei progetti strutturali

È stato approvato un l’atto di indirizzo recante l’”Approvazione degli standard minimi per l’esercizio delle funzioni in materia sismica e degli importi e delle modalità di versamento del rimborso forfettario per le spese istruttorie relative alle autorizzazioni sismiche e ai depositi dei progetti strutturali, ai sensi della L.R. n. 19 del 2008”.

L’atto di indirizzo si compone, in particolare, di due allegati, uno per la definizione degli standard minimi per l’esercizio delle funzioni in materia sismica e il secondo per la ridefinizione degli importi del rimborso forfettario per le spese istruttorie e modalità di versamento.

La revisione degli standard minimi per l’esercizio delle funzioni in materia sismica, (definiti con la DGR n. 1804/ 2008 e s.m.i.) è stata necessaria in considerazione dell’incidenza dei diversi aspetti che hanno modificato il contesto operativo in questi dieci anni di applicazione della L.R. n. 19 del 2008 e degli atti e d'indirizzo.

Gli standard minimi previsti per le strutture tecniche sono stati adeguati alle diverse situazioni di gestione delle funzioni sismiche, con l’obiettivo di assicurarne la funzionalità, l’efficienza e il rispetto dei tempi di conclusione dei procedimenti

Gli importi forfettari dei rimborsi per le spese istruttorie sono stati rivisti allo scopo di trovare un giusto equilibrio tra diverse esigenze in primo luogo quella di garantire il contributo alla copertura delle spese di funzionamento delle strutture. Altri criteri sono stati la gravosità dell’impegno istruttorio per le dimensioni, la complessità e la specialità degli interventi e l’esigenza di non penalizzare gli interventi sul patrimonio edilizio esistente mirati a migliorare la sicurezza strutturale e sismica delle costruzioni.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/11/2018 — ultima modifica 22/11/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it