giovedì 18.10.2018
caricamento meteo
Sections

Geologia, sismica e suoli

Terremoto 2012 - geologia, rilievi agibilità, analisi dei danni

Il libro offre una panoramica sul lavoro svolto dal Servizio Geologico Sismico e dei Suoli, dai Servizi Tecnici di Bacino (STB) e dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna per fare fronte all’emergenza sismica del maggio 2012, Edizioni Labanti e Nanni, 2012

Terremoto 2012 geologia, rilievi agibilità, analisi dei danniDescrizione:
Libro illustrato, 64 pagine


Abstract:
Le pagine di questo volume raccolgono il resoconto di una corsa contro il tempo, di un grande lavoro che ha coinvolto il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli e dei Servizi Tecnici di Bacino (STB) regionali in stretto coordinamento con l’intero sistema nazionale e regionale di Protezione civile, gli ordini professionali le Università. In tempi record si sono svolte circa 65mila verifiche speditive e oltre 40mila rilievi con compilazione di scheda AeDES rese disponibili ai comuni in versione informatizzata.

Si è trattato di un’opera condotta con passione e impegno da parte di un esercito di professionisti – fra loro i Vigili del Fuoco – che hanno mostrato il lato migliore della pubblica amministrazione, affiancati da volontari provenienti da tutta Italia. Un grande sforzo collettivo che ha collezionato, in poco più di due mesi, 6.300 giornate lavorative. Le informazioni ricavate hanno rappresentato le fondamenta del “Piano per la ricostruzione” e hanno permesso di raggiungere entro l’autunno la chiusura di tutti i campi. Al tempo stesso, rappresentano un sistema di conoscenze prezioso per proseguire nella sfida per la sicurezza del territorio. L’Emilia-Romagna ha la prevenzione antisismica nel proprio Dna fin dagli anni ‘70. Con l’ordinanza 70 del Commissario Errani, la Regione si è assunta l’impegno di svolgere gli studi di microzonazione per i 17 comuni più colpiti dal terremoto, strumento indispensabile per una pianificazione urbanistica volta alla riduzione del rischio. Al tempo stesso è già stata completata l’analisi del modello geologico di sottosuolo delle aree di San Carlo e Mirabello, colpite dai più gravi effetti della liquefazione del terreno.

Gli esperti stimano in centinaia di anni il tempo di ritorno del terremoto emiliano. Ma l’esperienza vissuta ci impone di agire da subito perché le comunità non siano impreparate quando le scosse torneranno a far tremare la nostra terra. La parola d’ordine su cui costruire il futuro deve essere “prevenzione”. Lo dobbiamo alle prossime generazioni. È un imperativo morale a cui la comunità intera deve dare una risposta. Documentare il grande lavoro compiuto è il primo passo per rafforzare la nostra capacità di intervento e mi permette di cogliere l’occasione per ringraziare tutti coloro che in questi mesi sono stati impegnati in un’attività serrata e senza sosta volta ad uscire dall’emergenza e a porre le premesse per un futuro più sicuro.

Paola Gazzolo - Assessore Sicurezza territoriale, Difesa del suolo e della costa, Protezione civile

Editore:
Edizioni Labanti e Nanni, 2012 

Autori:
Servizio Geologico Sismico e dei Suoli,  Regione Emilia-Romagna

Anno della pubblicazione:
2012

Su richiesta:
tel: 051-5274792
fax: 051-5274208
e-mail segreteria

 

Download 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/01/2013 — ultima modifica 20/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it