mercoledì 18.07.2018
caricamento meteo
Sections

Geologia, sismica e suoli

REMPS: Rete di monitoraggio dei punti critici della costa

Nell’ambito della prevenzione e gestione dei rischi costieri da mareggiata sono stati fatti importanti progressi, anche grazie alle recenti tecnologie di monitoraggio della costa e di modellistica morfodinamica. Tali innovazioni hanno permesso di istituire una nuova rete di monitoraggio per il rilievo degli impatti nelle aree più critiche della costa regionale

La rete è stata istituita nel 2010 al fine di monitorare gli impatti morfologici  prodotti dagli eventi di mareggiata nei punti critici del litorale e per disporre di informazioni stagionali sulla dinamica evolutiva di quei settori della costa regionale.

La rete si compone di 18 transetti distribuiti in 13 località tra le più critiche della costa regionale, individuate con l’analisi dei dati storici, descritti nel volume ‘Le mareggiate e gli impatti sulla costa in Emilia -Romagna (Perini et al. 2011).

Rete monitoraggio costa

Il rilevo riguarda i principali elementi morfologici della spiaggia emersa e della prima porzione della fascia  intertidale, comprendendo la duna dove esistente. Le misure vengono effettuate con tecnica DGPS (Differential Global Positioning System) ad alta precisione con cadenza semestrale (Autunno e Primavera), o più frequenti in occasione di mareggiate di forte intensità.

In quest’ultimo caso vengono eseguiti sopralluoghi anche per rilevare e fotografare gli impatti morfologici sulla spiaggia e per effettuare il rilievo del massimo run-up (risalita della lama d’acqua sulla spiaggia)  o nel retro spiaggia.

Rete monitoraggio costa

Per ogni stazione di monitoraggio (transetto) è possibile analizzare contemporaneamente i rilievi effettuati in periodo di tempo diversi ed effettuare analisi di tipo quali-quantitativo sulle variazioni del profilo di spiaggia. Dal confronto con il Data base in_Defence è possibile individuare in quali aree sono stati apportati artificialmente nuovi volumi di sabbia (ripascimento).

Dal 2010 a Dicembre 2016 sono state eseguite 15 campagne di monitoraggio. I dati sono consultabili sul sito in_Risk.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/02/2015 — ultima modifica 14/02/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it