Geologia, sismica e suoli

Sismica

Cosa fa la Regione

L'Emilia-Romagna, in relazione alla situazione nazionale, è interessata da una sismicità "media" che caratterizza soprattutto la Romagna dove, storicamente, sono avvenuti i terremoti più forti.

Lo sviluppo di analisi specifiche e di metodologie adeguate a sostenere gli interventi di riduzione del rischio sismico costituisce un'attività di base del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli, indispensabile per una corretta pianificazione e gestione territoriale.

La conoscenza in un dato territorio delle interazioni tra terremoto, terreno e costruzioni è infatti un aspetto imprescindibile per un'effettiva opera di prevenzione.

L'attività del Servizio si concentra pertanto sulla pericolosità sismica della regione, sullo studio degli effetti locali e microzonazione sismica e sulle valutazioni di vulnerabilità delle costruzioni, effettuate in accordo con un apposito comitato tecnicoscientifico. Accanto a questa attività il Servizio è impegnato nel potenziamento del Nucleo di valutazione regionale (NVR) per le attività tecniche nelle fasi di emergenza sismica e attività di formazione e informazione rivolte ai tecnici della pubblica amministrazione, ai liberi professionisti, agli Enti e ai cittadini.

A chi rivolgersi

Servizio Geologico Sismico e dei Suoli
Referente per Supporto all'applicazione delle nuove disposizioni in materia di sismica, Attività tecniche post-sisma e di prevenzione sismica.
Dott. Ing. Passarella Vania
tel. 051 5274341

Referente per l'acquisizione e analisi dei dati per la valutazione della pericolosità sismica e lo sviluppo sostenibile delle risorse energetiche del sottosuolo
Dott. Geol. Martelli Luca
tel. 051 5274360

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/07/03 14:40:00 GMT+1 ultima modifica 2019-02-06T13:03:53+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina