Ambiente da tutelare, i numeri dell'attività di Arpae

Nel 2018 oltre 11mila ispezioni, 3.500 autorizzazioni e 73mila analisi. Tra le priorità contrasto all'inquinamento e attenzione alla qualità ambientale

Oltre 11mila ispezioni, 3.500 autorizzazioni, 73mila analisi di laboratorio nel 2018. Sono alcuni numeri dell’attività svolta nel 2018 da Arpae presentati in occasione dell’incontro di fine anno del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dell’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo, con il direttore generale, Giuseppe Bortone, e i tecnici dell’Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia dell’Emilia-Romagna.

Nel corso della riunione è stato fatto il punto sui compiti ai quali si è dedicata Arpae: dalla prevenzione e legalità al contrasto all’inquinamento, dall’attenzione alla qualità ambientale alla sicurezza.

“Promuovere lo sviluppo, l’occupazione e l’ambiente con politiche innovative e fortemente coordinate- ha detto il presidente Bonaccini- è l’impegno che questa Regione si è assunta coinvolgendole forze economiche e sociali, a partire dal Patto per il lavoro che ci aiuta ad orientare scelte e investimenti. Il lavoro di Arpae è fondamentale per la buona riuscita di questi obiettivi e per questo voglio ringraziare tutti i lavoratori per l'impegno e la grande professionalità che dimostrano ogni giorno. Stimolare la crescita ascoltando i territori, condividendo priorità e linee di intervento è ciò che rende questa regione credibile e attrattiva, polo non solo di attività scientifiche ma anche di ricerca applicata e di istituzioni di prima grandezza come il Centro europeo di calcolo e Italmeteo”.

Altro esempio ricordato: il portale AllertaMeteo, realizzato dalla Protezione civile come riferimento unico e ufficiale della Regione, ora in piena funzionalità, all’avanguardia in Italia per le comunicazioni sulla sicurezza e sulle emergenze. E a proposito del cambiamento climatico, “una sfida sulla quale la Regione è da sempre in prima linea- ha sottolineato l’assessore Gazzolo- a partire dall’adesione dall’accordo internazionale, che ci impegna entro il 2050 a ridurre dell’80% le emissioni in atmosfera, e dall’inserimento dell’Emilia-Romagna nel Comitato per le strategie sul contrasto al cambiamento climatico varato nel recente Forum di Los Angeles. Voglio ringraziare l’Agenzia per i risultati raggiunti - ha concluso Gazzolo - perché la qualità del lavoro svolto è un esempio importante e utile per il nostro Paese e per le politiche pubbliche a vantaggio dell’ambiente”.

 

Per maggiori informazioni:

 Arpae, le attività del 2018 in cifre

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/31 11:11:00 GMT+1 ultima modifica 2018-12-31T13:21:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina