Infanzia e natura, in programma incontri con i cittadini nei diversi territori

Entra nel vivo il progetto di sistema della Rete dei Ceas "Outdoor education", finanziato con il Bando Infeas 2018

Dalla fine di gennaio, per tutto il mese di febbraio e oltre si svolgeranno in diversi territori della regione, con un calendario comune (jpg, 2.5 MB), incontri pubblici per le cittadine e i cittadini per riflettere sul rapporto che lega il bambino alla natura. Educatori dei Ceas (Centri di educazione alla sostenibilità), pediatri di comunità, pedagogisti, psicologi e insegnanti discuteranno con genitori e cittadini sull’importanza, in una società in cui la natura è diventata sempre meno spontaneamente accessibile per i bambini, di pensare a esperienze in grado di ricreare questo rapporto. Educare all’aria aperta, soprattutto nella prima infanzia, appare sempre più fondamentale: diverse patologie infatti cominciano a essere collegate dagli stessi medici alla scarsità di esperienze in natura, identificate appunto come “deficit di natura”.

Il progetto di sistema "Outdoor education: la scuola in natura" (pdf, 161.8 KB), finanziato da Arpae – CTR Educazione alla sostenibilità con il Bando Infeas 2018, coinvolge 20 Ceas e ha come capofila il Ceas della Fondazione Villa Ghigi, che da anni porta avanti progettualità, ricerca e formazione su questo tema. Gli obietti sono appunto: informare, suscitare interesse, suggerire riflessioni, offrire soluzioni concrete, favorire un forte cambiamento di mentalità per un nuovo rapporto con la natura.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/02/01 12:11:00 GMT+2 ultima modifica 2019-02-01T12:15:33+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina