Geologia, arrivano le banche dati tridimensionali

Al via la rappresentazione 3D del data base delle prove geognostiche con taglio comunale

Il Servizio geologico della Regione ha iniziato da qualche anno alcune attività nel campo della rappresentazione tridimensionale dei dati prodotti.

Una di queste attività prevede la rappresentazione in modalità 3D dei dati raccolti all’interno di alcune tra le numerose banche dati sviluppate negli anni dal Servizio.

La visualizzazione 3D si presta soprattutto alla rappresentazione di dati del sottosuolo, che per la loro natura non possono efficacemente essere raffigurati attraverso una classica cartografia bidimensionale.

DatiNella cartografia tradizionale per esprimere il concetto di profondità di un dato puntuale, lineare o planare rispetto alla superficie del terreno si dovevano utilizzare degli artifici grafici che forzatamente dovevano essere correttamente compresi ed interpretati dall’utente.

La visualizzazione 3D restituisce in maniera realistica la corretta posizione nello spazio degli oggetti rappresentati, traducendo il contenuto informativo del dato attraverso simbolismi o elementi grafici.

Uno dei primi esempi di rappresentazione tridimensionale di dati provenienti da una banca dati è la visualizzazione 3D della Banca Dati delle Prove Geognostiche. Sondaggi, pozzi, prove penetrometriche e altri tipi di indagini vengono raffigurati in maniera simbolica come cilindri con segmenti colorati a seconda del contenuto litologico del terreno attraversato, vengono inoltre raffigurate anche alcune superfici di particolare interesse stratigrafico.

DatiIl taglio proposto per i singoli modelli 3D è quello del territorio comunale, per permettere una migliore visualizzazione di insieme del totale delle indagini che ricadono all’interno di ogni Comune.

Il visualizzatore 3D messo a disposizione dell’utente permette inoltre di creare liberamente delle sezioni del modello del sottosuolo per una lettura personalizzata delle indagini nell’immediato intorno della linea di sezione tracciata.

Per approfondire consultare la pagina Le banche dati nella modellazione 3D.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/07/04 09:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-07-03T15:29:34+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina