Acquisti verdi nella PA, online una guida ispirata ai principi dell'economia circolare

Elaborata da Ervet nell'ambito del progetto Interreg CESME per ripensare ai modelli tradizionali di acquisizione di beni e servizi

E' disponibile online la pubblicazione Il Green Public Procurement come strumento per promuovere l’economia circolare (pdf, 806.0 KB), una guida che illustra le diverse modalità con cui approcciare i principi dell'economia circolare in fase di acquisizione di beni e servizi. Lo scopo è stimolare un ripensamento dei modelli tradizionali di approvvigionamento della pubblica amministrazione e tenendo in considerazione tre fattori principali:

  1. considerare la possibilità di usufruire di un servizio anziché acquistare un prodotto (prodotto come servizio);
  2. porre attenzione a tutte le fasi di vita del prodotto (progettazione, produzione, utilizzo e fine vita);
  3. costruire un confronto con i fornitori e il mercato in generale per trovare soluzioni circolari.

Il documento riporta casi reali di applicazione di questi principi, con dati e informazioni che aiutano a quantificare costi e benefici delle operazioni messe in atto da varie amministrazioni sparse sul territorio europeo. Si tratta di una raccolta ragionata di bibliografia, prevalentemente europea, che spiega in modo semplice e sintetico come fare propri i principi dell’economia circolare nel processo di public procurement.

La guida, elaborata da ERVET, nasce nell’ambito del Piano di Azione del progetto Interreg CESME Circular Economy for SMEs, il cui obiettivo è migliorare le politiche regionali a supporto delle PMI nella loro transizione verso un modello di business circolare: lo strumento di policy scelto nell’ambito del progetto è il POR FESR, ma dagli scambi di esperienze con i partner europei e con gli stakeholder locali è emerso come rilevante il tema del public procurement per la fondamentale spinta che questo può imprimere nella transizione verso un’economia circolare.

La Regione Emilia-Romagna nel secondo Piano d’azione per il GPP 2016-2018 ha messo in evidenza questo concetto ribadendo l’importante impulso che lo strumento può dare all’economia circolare: un'opportunità di sviluppo e di crescita per tutto il sistema imprenditoriale regionale.

Per rendere più consapevoli le pubbliche Amministrazioni sule potenzialità del GPP, la guida è stata inserita tra gli “strumenti del GPPer”.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/13 13:22:46 GMT+1 ultima modifica 2019-03-13T13:22:46+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina