Dal 5 all’8 novembre la Regione a Rimini per la 23a edizione di ECOMONDO

Dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile, tutti i settori dell'economia circolare e della sostenibilità ambientale. Laboratori didattici per le scuole e incontri nello stand RER

Al via il 5 novembre la XXIII edizione di Ecomondo, la Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile, manifestazione che nel corso degli anni è divenuta leader in Europa per l’economia circolare.

Le iniziative della Regione Emilia-Romagna a Ecomondo

Lo stand dell’Emilia-Romagna, al numero 34 nella hall sud della fiera proprio di fronte all’ingresso principale, è arredato con un grande videowall dove scorrono immagini e video delle campagne di comunicazione dedicate ai temi della sostenibilità, mentre nel retro è allestita un’area dedicata agli incontri e presentazioni previste dal ricco programma.

Un’attenzione particolare è riservata alle nuove generazioni, sempre più protagoniste di una maggiore consapevolezza dei rischi derivanti dal cambiamento climatico: nello stand della Regione si svolgeranno ogni giorno dalle 9.00 alle 18.00 laboratori didattici rivolti agli studenti delle scuole secondarie sul Piano energetico regionale. I ragazzi saranno invitati a riflettere sui consumi di energia e come ridurli, sia per tutelare l'ambiente che per abbattere i costi energetici.

Tanti gli incontri in programma all’interno dello stand dedicati all'Ambiente, in particolare la presentazione del Progetto Minerva di giovedì 7 alle ore 15,30: i dati open della Regione Emilia-Romagna su programmazione territoriale, trasporti ed ambiente. Una banca dati realizzata per organizzare, valorizzare e rendere disponibile a tutti in modalità open data il grande patrimonio informativo gestito ed elaborato dai settori programmazione territoriale, trasporti ed ambiente della Regione.

Mercoledì 6 novembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00  A tu per tu con i coleotteri del bosco” legato al Progetto Life EREMITA, un laboratorio didattico per bambini e ragazzi per conoscere da vicino alcuni degli insetti rari e minacciati che il progetto europeo intende tutelare. Contratti di fiume.jpg

Mercoledì 6 novembre dalle ore 14.00 alle ore 16.00  “ I contratti di Fiume in Emilia-Romagna: le esperienze diventano indirizzi”        L’incontro sarà occasione di confronto sulle strategie future per una politica integrata di gestione dei fiumi e delle acque. 

Giovedì 7 novembre dalle ore 13.30 alle ore 14.30  “La Regione Emilia-Romagna e l'inquinamento luminoso” L’intervento è finalizzato a illustrare l’inquinamento luminoso, gli effetti sulla salute e sull’ambiente, i principali contenuti della normativa regionale che dal 2003 cerca di contrastarlo.

Altri incontri, dedicati al tema della sostenibilità ambientale con la Regione come protagonista, si svolgeranno al di fuori dello stand, come nel caso della "Gestione sostenibile dei sedimenti e crescita blu in ambito costiero e nei medi e piccoli porti" previsto per Martedì 5 dalle ore 10 alle 18 presso Sala Reclaim Expo Pad.C3.

Giovedì 7 alle 9:30 invece è previsto“Qualità dell'aria nel bacino padano. L’alleanza tra Istituzioni e cittadini nell’era dei new media”  presso la Sala Tiglio 2 Pad A6.

 

Sempre all'interno dello stand della Regione, ricco di iniziative anche il programma dedicato alla Green Economy e all’energia:
Martedì 5 alle ore 10:00 Progetto BhENEFIT Intereg Central Europe DC 4.2 - Obiettivi, azioni e risultati in progress. Le Linee Guida e i Tavoli di lavoro RER. Nel corso del WK saranno presentati gli obiettivi, le azioni, i risultati raggiunti dal progetto e le linee guida regionali per una gestione integrata dei Centri storici urbani. Alle ore 12 Progetto BhENEFIT Intereg Central Europe - DC 4.1 - La piattaforma DSS e il WebGIS: strumenti e opportunità per una gestione integrata dei Centri Storici Urbani dove saranno presentati gli strumenti creati nell’ambito del progetto, a supporto degli enti locali, per agevolare una gestione integrata dei centri Storici Urbani (aspetti sociali, economici, energetici e culturali). Alle ore 13:30 Progetto FIRECE Intereg Central Europe - DT2.6.2 Local Thematic Workshop - Strumenti finanziari innovativi ed efficacia dei Finanziamenti Pubblici per la low-carbon transition dell’Industria dove si discuterà degli strumenti finanziari presenti nei diversi paesi europei e dell’efficacia dei fondi pubblici a supporto dell’efficienza energetica dell’industria. Logo RER2030 300 px.png
Alle ore 15:45 OSSERVATORIO GreenER - Le nuove politiche per il Green new deal e l'Emilia-Romagna - Momento di confronto fra le politiche in atto a livello comunitario e nazionale e le dinamiche in Regione Emilia-Romagna.

Mercoledì 6 novembre alle ore 16:00 - Le imprese del Premio Innovatori Responsabili edizione 2019 incontrano le Start-Up operanti nel settore della Green economy.

Giovedì 7 novembre alle ore 09:30 - Osservatorio regionale Energia: presentazione del Rapporto Energia e del 2° Rapporto di Monitoraggio del Piano Energetico Regionale. Approfondimenti tecnologici: geotermia, biometano e accumuli.
Alle ore 17:00 Palma Costi, Assessore regionale alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma, incontra le Start-Up operanti nel settore della Green economy

Venerdì 8 novembre alle ore 10 Eit Food HUB. Italy Awarness day. L'iniziativa EIT Food mira a presentare le opportunità della EIT Food per il contesto nazionale e regionale.

L'insieme di queste iniziative ribadisce la grande importanza che la Regione Emilia-Romagna rivolge al settore dell’efficienza e il recupero e valorizzazione di materia prima ed energia considerando in particolare gli obiettivi che si è data per lo sviluppo sostenibile nel Piano energetico regionale che guardano al 2030 con la riduzione delle emissioni climalteranti del 40% rispetto ai livelli del 1990, l’aumento del 27% della quota di copertura dei consumi attraverso l’impiego di fonti rinnovabili e l’incremento dell’efficienza energetica al 27%.

prepair_15_def_low.jpg

Le aree tematiche in Fiera
L’importanza di Ecomondo 2019 viene confermata dalla scelta di continuare a svolgere in tale contesto la VIII edizione degli Stati Generali della Green Economy (5-6 novembre 2019), il Convegno promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 66 organizzazioni di imprese della green economy in Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) e della Commissione europea, e con il coordinamento della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile (FoSS).

Più in generale in Fiera è previsto un ampio programma di conferenze, workshop e seminari volti a presentare evidenze e nuovi trend, nazionali ed internazionali, legati all’economia circolare nelle diverse filiere: dall’edilizia al packaging, dall’elettronica all’automotive, dal riuso e valorizzazione dei principali rifiuti tecnici e biologici, le materie prime alternative e l'ecodesign industriale, la bonifica e la riqualificazione delle aree contaminate, l’educazione alla sostenibilità e i trasporti. E poi ancora il tema del cambiamento climatico, le inondazioni e l’erosione delle coste, l’utilizzo sostenibile della risorsa idrica, all’interno del ciclo urbano e industriale e un focus particolare sul settore della plastica, con riferimento alla recente Direttiva europea che vieta la vendita dei prodotti in plastica monouso.

Questa edizione di Ecomondo ospiterà inoltre la fiera Key Energy per il mondo delle energie rinnovabili e il triennale Sal.Ve, Salone del Veicolo Ecologico.

RES_LOGO_COLORE_H-321X187.jpg

I numeri di Ecomondo

L’evento fieristico, che mette in contatto le imprese con i più qualificati buyer nazionali e internazionali e mantiene viva tutto l’anno con una community profilata e con i massimi esperti dell'economia circolare, produce continui incrementi nei propri numeri: + 4% di visite rispetto all’anno precedente, 10%  in più di  visitatori internazionali da 66 paesi, 80.930 Presenze, 98.000 Mq lordi di superficie espositiva, 1.022 espositori il 15% provenienti da  30 Paesi nel mondo, oltre 150 seminari e conferenze con più di 1.000 relatori, più di 747 milioni contatti media.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/29 11:20:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-06T10:28:42+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina