Qualità dell'aria nel bacino Padano, le molteplici cause di un problema complesso

Perché è importante analizzare la questione nel dettaglio per identificare delle soluzioni efficaci e agire in maniera integrata

Nelle prime settimane del 2020 la qualità dell’aria è stata sotto i riflettori dei media. La causa dell’attenzione collettiva sono state le elevate concentrazioni di inquinanti, soprattutto particolato (PM10 e PM2,5) registrate in alcune grandi città (Milano, Torino, Roma), ma anche nell’area vasta della Pianura Padana.

Non sempre gli interventi sui media nazionali e locali hanno restituito la complessità della questione, spesso additando a un’unica causa del problema: il traffico, la biomassa, il meteo.

La realtà è che la qualità dell’aria, in quanto problema complesso, ha una pluralità di cause e non è possibile, né corretto, individuarne una sola. Va da sé che anche la soluzione al problema dovrà rispecchiare questa pluralità e complessità.

Sul sito web dedicato al progetto Life Prepair, che punta a implementare le misure previste dai piani regionali sulla qualità dell'aria e dall’Accordo di Bacino padano su scala maggiore e a rafforzarne la sostenibilità e la durabilità dei risultati, è pubblicato un approfondimento su questo tema allo scopo di identificare delle soluzioni efficaci e agire in maniera integrata.

  

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/27 17:18:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-31T12:19:18+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina