Novità per la raccolta dei rifiuti a Bologna, arriva la Carta Smeraldo

ll cassonetto dell’indifferenziata si aprirà solo con la tessera. Il quartiere pilota sarà il Savena a partire da sabato 9 marzo

Nel giro di qualche anno tutti i cittadini bolognesi intestatari della Tari, la tassa rifiuti, avranno una tessera con la quale aprire il nuovo cassonetto della raccolta indifferenziata. Dopo altri Comuni grandi e piccoli della regione, la novità arriva anche a Bologna: la tessera con chip si chiama Carta Smeraldo e comincerà a entrare nelle case da sabato 9 marzo 2019. Il primo campo di gioco è il Savena, Quartiere pilota dei cambiamenti che negli ultimi anni hanno riguardato la raccolta dei rifiuti. Qui la distribuzione delle tessere e la posa dei nuovi cassonetti (che saranno messi in strada progressivamente a partire dal 28 maggio 2019) terrà impegnati il Comune e Hera, gestore del servizio di raccolta dei rifiuti in città, fino all’estate.

 

La Carta Smeraldo
A Bologna la Carta Smeraldo serve, al momento, solo per aprire il cassonetto dell’indifferenziata e la Tari rimane invariata. La tessera, dopo Savena e il centro storico, arriverà anche in tutti gli altri Quartieri della città e la distribuzione si concluderà alla fine del 2021.

La tessera con chip che apre il cassonetto per il rifiuto indifferenziato e permette così il riconoscimento dell’utente, è il primo passo verso l’introduzione della tariffa puntuale, prevista dalla legge regionale 16 del 2015. Il sistema consente di misurare puntualmente il rifiuto indifferenziato prodotto e conferito, associandolo a ogni utente Tari. I benefici sul corrispettivo della tassa derivanti da una gestione dei rifiuti più consapevole potranno essere quantificati quando su tutto il territorio saranno presenti i cassonetti che consentono di quantificare i conferimenti.

I tecnici di Comune e di Hera sono al lavoro per dare a tutti, entro il 2019, la possibilità di utilizzare la Carta Smeraldo anche attraverso un’app scaricabile da qualsiasi smartphone, così chi vorrà lasciare a casa la tessera potrà comunque aprire il cassonetto col cellulare.

In programma tre incontri pubblici:

  • giovedì 21 febbraio alle 20.30 nella sede del Quartiere Savena (via Faenza 4);
  • lunedì 25 febbraio alle 18 a Villa Mazzacorati (via Toscana 19);
  • martedì 5 marzo alle 20.30 al Centro Due Madonne (via Carlo Carli 56).

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/02/07 09:00:00 GMT+1 ultima modifica 2019-02-06T14:57:34+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina