Mobilità sostenibile a Rimini: monopattini, scooter elettrici e bike sharing

La città si prepara a un’estate all’insegna della mobilità sostenibile a servizio dei cittadini e dei turisti

Il Comune di Rimini punta sulla mobilità sostenibile. Tra i vari progetti si sta lavorando per attivare un sistema di monopattini a noleggio di ultima generazione: si tratta di monopattini elettrici in modalità ‘sharing’ che non potranno in alcuna maniera costituire intralcio alla circolazione stradale, alla mobilità in generale e alla sicurezza: non dovranno viaggiare a velocità superiori ai 15 km/h nelle ciclabili e nelle zone su cui sarà attivata la sperimentazione.

Il sistema dovrà consentire il monitoraggio costante dei flussi e fornire informazioni in tempo reale agli utenti, anche attraverso l'uso di forme innovative di comunicazione (web, app per smartphone, social media e altro, in relazione alle diverse piattaforme digitali). Per il noleggio dei monopattini, gli utenti dovranno registrarsi definendo una modalità di pagamento che avverrà tramite supporti informatici e digitali. Lo scopo è quello di incentivare e promuovere l’uso di questi mezzi favorendo soprattutto l’utenza turistica.

Il Comune di Rimini si sta attrezzando per la sperimentazione dei monopattini elettrici, in particolare nella zona mare dove ci sono infrastrutture più adatte a ospitarne la circolazione. 

Nel frattempo l'Amministrazione procede con la selezione delle aziende che potranno svolgere il servizio di sharing mobility, per fare sì che, nel momento in cui il Decreto Ministeriale diventi efficace, si possa essere pronti per partire subito e mettere a disposizione per l’estate circa un migliaio di monopattini in sharing per la mobilità dei riminesi e dei turisti. 

L’amministrazione comunale non erogherà nessun contributo salvo favorire il buon esito dell'iniziativa in questione, monitorandone gli sviluppi a instaurando un tavolo di confronto costante con gli operatori.

Per quanto riguarda invece il bike sharing, ai nastri di partenza un nuovo sistema che facendo tesoro dell’esperienza dell’estate scorsa, sarà in via sperimentale per i mesi estivi. L’esigenza principale è consentire spostamenti brevi in bicicletta per muoversi in città e connettersi anche agli altri sistemi di trasporto pubblico presenti, fornendo un’alternativa all’uso del mezzo privato. Il servizio sarà attivo su tutta la cittàO e la disponibilità e distribuzione dei mezzi dovrà tenere conto dei punti in cui la domanda del servizio è maggiore, come la zona mare, da Torre Pedrera a Miramare, il centro storico e altri punti di particolare attrazione della città. 

E' prevista anche l’attivazione di un servizio di Scooter sharing elettrico che avvalendosi di circa cinquanta scooter di nuova generazione consentirà una mobilità più ad ampio raggio nel rispetto dell’ambiente. E’ una novità che nasce dall’assegnazione del bando per la realizzazione di 50 nuove colonnine di ricarica elettrica in cui la ditta vincitrice - la BE CHARGE – ha elaborato la propria offerta con alcune proposte innovative. 

BE CHARGE si è impegnata a valorizzare e tentare di rendere il più possibile fruibili, a cittadini e turisti, i servizi di mobilità elettrica come un vero e proprio servizio scooter sharing elettrico.

Già operativo nelle città di Milano e Torino col nuovo servizio di scooter sharing elettrico Rimini diventerebbe la prima città di medie dimensioni italiana con un tale servizio attivo. Attraverso un’App, sarà possibile prenotare uno eScooter per poi muoversi in totale libertà sull’intero territorio del comune di Rimini e raggiungere la destinazione che si desidera abbattendo i tempi di percorrenza nel pieno rispetto dell'ambiente.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/06/20 11:25:07 GMT+2 ultima modifica 2019-06-20T11:25:07+02:00
Hanno contribuito: Desireè di Maria

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina