Sicurezza idraulica, a Rimini aggiornato il Piano di salvaguardia della balneazione

Il consiglio comunale dà il via libera alla nuova condotta Ausa. Lo scopo è preservare l'ambiente e mitigare il rischio idraulico

Tutela della balneazione, preservazione ambientale e mitigazione del rischio idraulico: risponde a questo triplice obiettivo l’aggiornamento e l’integrazione funzionale del Piano di salvaguardia della balneazione ottimizzato, votato dal consiglio comunale di Rimini.

Il progetto rappresenta una revisione del Piano avviato nel 2011 e si concentra nello specifico su interventi integrativi mirati alla mitigazione del rischio idraulico, anche alla luce dell'evoluzione meteo climatica, certificata da rilevazioni e analisi, con una maggiore frequenza e intensità di fenomeni di precipitazioni piovose. Il Psbo quindi amplia il suo raggio di azione: attraverso le opere in via di realizzazione su tutto il territorio comunale si andranno a garantire benefici non sono in termini ambientali e della balneazione, ma ulteriormente sotto il profilo della sicurezza idraulica.

L’elemento di integrazione è costituito dall’aggiunta del dodicesimo intervento agli originali 11 del Piano, l’intervento Dorsale Ausa che consentirà di eliminare i contributi di acque bianche e di ridurre in maniera considerevole i contributi di acque miste indicati che ad oggi, in tempo di pioggia, confluiscono nelle rete urbana di drenaggio.

 

Per maggiori informazioni:

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/05/10 14:11:40 GMT+2 ultima modifica 2019-05-10T14:11:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina