Approfondimenti

Ma quanto è "wiki" la Green Economy

Un'improvvisazione collettiva di 46 "wikiautori", a cura della Vetrina della Sostenibilità della Regione Emilia-Romagna: ecco il wikilibro sulla Green Economy. Un'opera partecipata sull'ambiente che raccoglie quasi 4 ore di videointerviste dando voce ad amministratori locali, imprenditori, professori, tecnici, ricercatori e cittadini consapevoli che ragionano in maniera partecipata sull’economia verde.

Ma quanto è "wiki" la Green Economy

Un'improvvisazione collettiva di 46 "wikiautori", a cura della Vetrina della Sostenibilità della Regione Emilia-Romagna: ecco il wikilibro sulla Green Economy. Un'opera partecipata sull'ambiente che raccoglie quasi 4 ore di videointerviste dando voce ad amministratori locali, imprenditori, professori, tecnici, ricercatori e cittadini consapevoli che ragionano in maniera partecipata sull’economia verde.

Ma quanto è "wiki" la Green Economy

Un'improvvisazione collettiva di 46 "wikiautori", a cura della Vetrina della Sostenibilità della Regione Emilia-Romagna: ecco il wikilibro sulla Green Economy. Un'opera partecipata sull'ambiente che raccoglie quasi 4 ore di videointerviste dando voce ad amministratori locali, imprenditori, professori, tecnici, ricercatori e cittadini consapevoli che ragionano in maniera partecipata sull’economia verde.

I percorsi per una sana ed equilibrata alimentazione e la scelta dei vegetariani

I consigli della campagna “Consumabile”, le 330 Fattorie didattiche, la “Fattorie aperte”, i Musei del gusto, i Farmers Market, i prodotti DOP e IGP, la promozione dei prodotti tradizionali e di quelli di qualità controllata, il biologico. Il rapporto tra produzione, consumi e risorse necessarie per fare arrivare il nostro cibo nel piatto. La scelta del vegetarianesimo.

I percorsi per una sana ed equilibrata alimentazione e la scelta dei vegetariani

I consigli della campagna “Consumabile”, le 330 Fattorie didattiche, la “Fattorie aperte”, i Musei del gusto, i Farmers Market, i prodotti DOP e IGP, la promozione dei prodotti tradizionali e di quelli di qualità controllata, il biologico. Il rapporto tra produzione, consumi e risorse necessarie per fare arrivare il nostro cibo nel piatto. La scelta del vegetarianesimo.

I percorsi per una sana ed equilibrata alimentazione e la scelta dei vegetariani

I consigli della campagna “Consumabile”, le 330 Fattorie didattiche, la “Fattorie aperte”, i Musei del gusto, i Farmers Market, i prodotti DOP e IGP, la promozione dei prodotti tradizionali e di quelli di qualità controllata, il biologico. Il rapporto tra produzione, consumi e risorse necessarie per fare arrivare il nostro cibo nel piatto. La scelta del vegetarianesimo.

Dalla dittatura del Pil alla nascita del Bil: riflessioni per uno sviluppo sostenibile

Indifferente al contenuto. Troppo semplicistico. Una miniera di paradossi che ne tradiscono i limiti. Il Pil-Prodotto interno lordo è un concetto che non gode di una buona reputazione come misura del benessere di un Paese. Crescono i detrattori, anche ad alti livelli. Perché nel conteggio della ricchezza finiscono anche aspetti che non hanno nulla a che vedere con la qualità della vita dei cittadini, a volte dannosi per l’uomo o per l’ambiente. Perfino il presidente francese Sarkozy ha detto basta alla religione delle cifre e ha incaricato un team di esperti e Nobel di trovare una nuova formula che metta fine alla tirannia del Pil. Tra i più quotati c’è il Bil, benessere interno lordo. Che i soldi non diano la felicità già si sapeva, ma individuare gli ingredienti del benessere è la nuova sfida che appassiona economisti e sociologi. In Italia c’è una corrente di pensiero che ha già le idee precise al riguardo. Si chiama Movimento della decrescita felice.

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/07/22 15:10:00 GMT+1 ultima modifica 2018-11-30T18:34:23+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina