Parchi, foreste e Natura 2000

Boschi da seme e vivai forestali

La conservazione della biodiversità forestale dal bosco al vivaio

Cosa fa la Regione

Foglie e frutti di carpino nero. Foto Maurizio Sirotti

La Regione Emilia-Romagna ha disciplinato gli ambiti di propria competenza in materia di regolamentazione della produzione di materiali di propagazione di piante forestali.

Per esercitare l'attività vivaistica, la produzione di sementi, il commercio e l'importazione di vegetali e prodotti vegetali regolamentati da normative fitosanitarie, la Regione ha stabilito l'obbligo di un'autorizzazione rilasciata dal Servizio fitosanitario regionale

La produzione vivaistica forestale ha come obiettivo la propagazione di specie legnose a scopi selvicolturali e ambientali, per cui si differenzia, per criteri normativi e metodi colturali, da quella orientata alla moltiplicazione di specie ortofrutticole o ornamentali, a partire dalle regole per la raccolta dei semi e degli altri materiali di moltiplicazione (gemme, talee ed ogni parte di pianta destinata alla produzione di nuove piante). 

Nei vivai forestali che gestisce direttamente, la Regione produce giovani piante di specie autoctone tipiche del nostro territorio che concede gratuitamente agli Enti pubblici che ne fanno richiesta per realizzare varie iniziative esclusivamente all'interno del territorio regionale.

A chi rivolgersi

Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna
Regione Emilia-Romagna

Viale della Fiera 8, 40127 Bologna
tel. 051.527.6080/6094 fax 051.527.6957
(indicazioni stradali su Google maps)
e-mail: segrprn@regione.emilia-romagna.it
e-mail certificata: segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Fausto Ambrosini: tel. 051.527.6947
e-mail: fausto.ambrosini@regione.emilia-romagna.it

Paolo Mordini: tel. 051.527.6815
e-mail: paolo.mordini@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/02/18 14:35:00 GMT+1 ultima modifica 2018-04-27T09:54:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina