Parchi, foreste e Natura 2000

Pianificazione forestale

Pensare la foresta per operare al suo interno

Cosa fa la Regione

La neve non stronca i faggi in salute. Foto Stefano BassiFino dagli anni anni 80 del secolo scorso la Regione adotta un Piano forestale per fissare le linee generali di gestione ed intervento nelle aree forestali, indirizzare le risorse europee, statali e regionali (Programma di Sviluppo rurale) e organizzare la gestione dei boschi.

Il ciclo della foresta è più lungo della vita di un essere umano e va dalla piantina fino al vecchio albero che produce i semi. Un prelievo sostenibile mantiene la risorsa rinnovabile ma secoli di sfruttamento hanno impoverito le foreste, alle quali vanno restituite una struttura e una composizione più stabili allo scopo di ricostituire e mantenere la loro efficienza produttiva.

La corretta pianificazione è basata sulla conoscenza delle dinamiche forestali, sulla previsione della domanda di beni e servizi che i boschi possono soddisfare e sulla verifica degli effetti delle attività colturali al loro interno.

La pianificazione è fondamentale in foresta ed è obbligatoria nelle proprietà pubbliche. Sono strumenti di pianificazione forestale:

A chi rivolgersi

Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna
Regione Emilia-Romagna

Viale della Fiera 8, 40127 Bologna
tel. 051.527.6080/6094 fax 051.527.6957
(indicazioni stradali su Google maps)
e-mail: segrprn@regione.emilia-romagna.it
e-mail certificata: segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Fausto Ambrosini: tel. 051.527.6947
e-mail: fausto.ambrosini@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/02/11 12:05:00 GMT+2 ultima modifica 2019-07-24T14:07:55+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina