Parchi, foreste e Natura 2000

Assestamento forestale

La pianificazione per la gestione dei boschi

Cosa fa la Regione

Il piano organizza i tagli nello spazio e nel tempo. Foto Stefano Bassi

La Regione promuove l’associazionismo forestale tramite la costituzione, volontaria o per iniziativa degli Enti delegati in materia, di Consorzi tra proprietari e conduttori di terreni per realizzare complessi forestali abbastanza grandi da essere sottoposti a piani d’assestamento.

I Piani di assestamento forestale definiscono le strategie di intervento dirette alla fornitura continua e ottimale di beni e servizi provenienti dai boschi; vengono redatti da tecnici di settore, incaricati dai Consorzi o dagli Enti delegati, seguendo specifiche norme emanate dalla Regione.

La realizzazione dei Piani di assestamento forestale viene sostenuta dalla Regione che li finanzia, li approva e ne verifica gli esiti. I piani possono avere durata da decennale a quindicennale e alla loro scadenza possono essere sottoposti a revisione e rinnovati.

La Regione inoltre mantiene aggiornata la metodologia per la realizzazione dei Piani di assestamento, attraverso un sistema di raccolta e di informatizzazione dei dati (Progettobosco).

A chi rivolgersi

Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna
Regione Emilia-Romagna

Viale della Fiera 8, 40127 Bologna
tel. 051.527.6080/6094 fax 051.527.6957
(indicazioni stradali su Google maps)
e-mail: segrprn@regione.emilia-romagna.it
e-mail certificata: segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Marco Pattuelli: tel. 051.527.6816
e-mail: marco.pattuelli@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/02/24 14:15:00 GMT+1 ultima modifica 2017-09-06T11:32:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina