Difesa del suolo, costa e bonifica

SICELL

Sistema gestionale delle celle litoranee

Il Sistema gestionale delle celle litoranee (SICELL) è stato sviluppato nel 2010 nell’ambito del progetto europeo COASTANCE (Programma MED) come strumento informativo di supporto alla gestione e difesa della costa, grazie alla riorganizzazione di basi dati e informazioni in massima parte già esistenti e costantemente aggiornati nel sistema informativo regionale.

Stato litorale SICELL 06-12Il SICELL nasce dall’esigenza della Regione di avere a disposizione un sistema conoscitivo del trend evolutivo e sui sedimenti litoranei per ottimizzare le operazioni di dragaggio e movimentazione dei sedimenti in funzione del mantenimento in equilibrio del sistema costiero regionale.

Le coste basse e sabbiose sono infatti particolarmente soggette all’azione del mare e possono naturalmente essere sottoposte a fenomeni erosivi e di ingressione marina. I diversi fattori ambientali che interagiscono in un ambiente costiero (azione del mare, vento, clima, apporto fluviale, trasporto solido lungo costa) determinano l’equilibrio dinamico della spiaggia. L’interazione dell’uomo con questi fattori naturali può determinare l’alterazione dell’equilibrio dell’ambiente costiero: la costruzione di strutture rigide (moli, darsene, ecc.) che bloccano il naturale trasporto dei sedimenti lungo costa e l’intensiva urbanizzazione che determina e accentua i rischi da erosione e da ingressione marina.

In questo quadro, per gestire i tratti costieri più critici, è quindi quanto mai necessaria una gestione ottimale dei sedimenti litoranei, una diversificazione delle fonti (scavi edili, dragaggi portuali e fluviali, accumuli litoranei, tutto quanto possa concorrere a gestire i tratti in erosione) e un’ottimizzazione delle pratiche di dragaggio e ripascimento in funzione delle distanze fra le zone di prelievo e quelle di destinazione. Il SICELL e la suddivisione del territorio in celle litoranee è funzionale a queste necessità di ottimizzazione.

È possibile scaricare e consultare la monografia delle celle per il periodo 2000-2006 (pdf, 3.7 MB)e per il periodo 2006-2012 (pdf, 5.9 MB).
L’ultima pubblicazione riporta l’aggiornamento dei dati e delle elaborazioni sullo stato delle celle litoranee, basato sui dati dell’ultima campagna topo-batimetrica e sedimentologica (2012), dell’ultimo rilevo della subsidenza (2011-2012) sul territorio costiero e dei dati su interventi, ripascimenti e prelievi, effettuati nel periodo di riferimento. Rispetto alla precedente base dati, si aggiungono le informazioni sulla sedimentologia, l’individuazione dei “tratti litoranei significativi” ai fini gestionali e la suddivisione delle celle portuali e fluviali in due sotto unità, una di pertinenza marina una di pertinenza interna. Tali nuovi elementi sono stati introdotti ai fini di un’ipotesi di regolamentazione sulle autorizzazioni alla movimentazione dei sedimenti litoranei in fase di elaborazione da parte della Regione.  

 

SICELL: suddivisione del litorale e tavole cartografiche corrispondenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/02/19 16:55:00 GMT+1 ultima modifica 2015-02-25T11:03:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina