Difesa del suolo, costa e bonifica

SICELL

Sistema gestionale delle celle litoranee

SICELLDurante la fase A del progetto COASTANCE, i vari servizi regionali che si occupano della difesa e gestione della costa (Servizio tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa, Servizio tecnico di Bacino della Romagna e del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli) e ARPA Direzione Tecnica, coordinati dal Servizio Difesa del Suolo, della Costa e Bonifica, hanno avviato un processo di revisione della suddivisione del litorale in celle sedimentarie, al fine di definire una base dati condivisa per la gestione degli interventi di difesa nelle aree costiere e per la futura implementazione dei piani di gestione dei sedimenti.

Per la creazione di questo strumento di gestione condiviso, sono stati messi in campo, oltre all’esperienza dei vari servizi coinvolti, tutti i prodotti che riguardano la costa attualmente a disposizione ed in particolare:
il Sistema Informativo Costiero, i risultati dello studio ARPA 2008 e SGSS 2009 e infine l’Annuario regionale dei dati ambientali del 2009.

Come base dati di partenza sono state analizzate sia le celle che le macrocelle definite dallo studio ARPA 2008, sia le Unità e le Sotto-unità geomorfologiche così come definite dallo studio del SGSS 2009.

Mentre la suddivisione in Unità geomorfologiche (SGSS 2009) è stata mantenuta come tale, la suddivisione a fini gestionali, che inizialmente prevedeva 7 macrocelle suddivise a loro volta in 80 celle, è stata sottoposta ad un processo di revisione, con la collaborazione dei Servizi Tecnici di Bacino costieri; che ha portato ad un sistema di  118 celle litoranee (pdf, 36.3 KB), secondo criteri di omogeneità  del tratto costiero:

- caratteristiche fisiche,
- elementi morfologici,
- tipologia di opere presenti,
- interventi effettuati,
- bilancio sedimentario,
- aspetti gestionali

e con riferimento alle varie tipologie di tratti costieri:

- tratto con spiaggia emersa,
- tratto senza spiaggia emersa,
- bocca portuale,
- bocca fluviale,
- fronte darsena.

SICELL: suddivisione del litorale e tavole cartografiche corrispondenti


A questa nuova suddivisione del litorale regionale è associato un database (in ambiente GIS, per ora non disponibile on-line) con informazioni e dati su:

- caratteristiche fisiche delle celle litoranee,
- volumi di sabbia portati a ripascimento nel corso degli anni,
- interventi sulle opere rigide presenti,
- tasso di subsidenza,
- classificazione in base al bilancio sedimentario,
- ampiezza, quota massima e pendenza sia della spiaggia emersa che sommersa,
- aspetti gestionali (necessità di intervento, presenza di vincoli, possibilità di prelievi, possibilità di utilizzo come zona di ricarica di sedimenti)

Tale suddivisione (discretizzazione) del litorale regionale si propone come riferimento per la registrazione degli interventi di ripascimento, delle manutenzioni o modifiche alle opere rigide, dei danni da mareggiate e quant’altro abbia ad oggetto la fascia litoranea, come ad esempio la gestione dei sedimenti costieri, anche ai fini del nuovo regolamento regionale, in fase di formulazione, in materia di dragaggio e movimentazione.

Suddivisione del litorale e tavole cartografiche corrispondenti

 

QUI si possono vedere le pubblicazioni integrali

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/06/03 08:45:00 GMT+1 ultima modifica 2013-11-11T10:09:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina