Valutazioni ambientali e promozione sviluppo sostenibile

Green Public Procurement

Cosa fa la Regione

logo GPP

Con la Legge 29 dicembre 2009, n. 28 “Introduzione di criteri di sostenibilità ambientale negli acquisti della pubblica amministrazione”, la Regione Emilia - Romagna ha approvato l’introduzione di criteri di sostenibilità ambientale in fase di approvvigionamento di beni e servizi da parte delle stazioni appaltanti della pubblica amministrazione.
Per dare attuazione alla Legge sono stati definiti alcuni strumenti di supporto e linee di intervento, all’interno del primo Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi pubblici in Regione Emilia-Romagna per il triennio 2013-2015 (DdA n. 91 del 2 ottobre 2012).
A supporto dell’attuazione della legge assume un ruolo chiave la centrale di committenza regionale Intercent-er, chiamata ad elaborare la propria programmazione annuale coerentemente con gli obiettivi del Piano Triennale Regionale e dei Piani d’azione approvati dagli Enti territoriali competenti.
Successivamente, anche in considerazione dei nuovi obblighi intervenuti a livello nazionale con l’approvazione del Nuovo Codice degli Appalti Pubblici (Dlgs 50/2016) è stato redatto il nuovo Piano triennale per l’applicazione del Green Public Procurement in Regione Emilia-Romagna per il triennio 2016-2018 (DdA n. 108 del 7 febbraio 2017)

Il nuovo Piano coordinato dalla Direzione Generale Territorio e Ambiente con il supporto tecnico di ERVET ha l’obiettivo di raggiungere il 50% di acquisti sostenibili attraverso una serie di azioni già in corso e da attuare entro il 2018.
Sei gli  obiettivi operativi a cui ambisce il nuovo piano:

  1. Accrescere le competenze degli addetti agli acquisti presso la Regione Emilia Romagna e negli Enti Locali, più in generale: formazione e informazione
  2. Sensibilizzare e diffondere buone pratiche di acquisto e consumo attraverso il coinvolgimento delle università, Enea, enti parchi, ASL, etc.
  3. Promuovere l’applicazione dei criteri ambientali nella normativa, nella programmazione e negli strumenti di pianificazione regionali e locali
  4. Incentivare l’innovazione attraverso strumenti quali gli appalti pre-commerciali (sperimentazione in ambito di progetti di R&S)
  5. Sviluppare progetti speciali nel settore dei lavori pubblici
  6. Incentivare l’adozione dei CAM negli acquisti e nei bandi di finanziamento attraverso la partecipazione a programmi comunitari.

Alla luce dell’esperienza maturata con il precedente Piano si è ritenuto opportuno rafforzare

  • l’impostazione generale agendo sulle criticità rilevate e intervenendo sui seguenti aspetti operativi:
  • il rafforzamento della formazione e della comunicazione;
  • la promozione dell’applicazione dei CAM connessi all’utilizzo dei fondi comunitari;
  • una maggiore assistenza tecnica alle stazioni appaltanti nella predisposizione e adozione dei criteri ambientali e sociali nelle proprie iniziative di gara;
  • un maggiore coinvolgimento delle associazioni di categoria degli operatori economici nel processo di diffusione e promozione dei CAM agli associati;
  • una maggiore diffusione dei CAM presso gli enti parchi; l’università; gli enti di ricerca e gli organismi di diritto pubblico;
  • l’applicazione, il perfezionamento e l’estensione del sistema di monitoraggio (compreso gli acquisti effettuati con i fondi comunitari);
  • la promozione dell’uso di strumenti di valutazione del costo dei prodotti lungo il ciclo di vita;
  • la promozione della conoscenza dei sistemi di eco-etichettatura presso i consumatori;

 

 

GLI STRUMENTI DEL GPPer

Manuale Il Green Public Procurement come strumento per l'economia circolare - Gennaio 2019 (pdf, 806.0 KB)

Manuale tecnico - operativo Progettazione realizzazione e ristrutturazione di edifici con criteri di sostenibilità - Settembre 2018 (pdf, 2.8 MB)

    Toolkit - la cassetta degli attrezzi con elementi aggiornati della normativa di settore - Maggio 2017 (pdf, 1.5 MB)

    Linee Guida per gli enti locali (pdf, 1021.6 KB)– Il percorso dell'ente locale per sviluppare gli acquisti verdi

    Vademecum della sostenibilità – La diffusione di  buone pratiche e comportamenti utili nei luoghi di lavoro

    CORSO E-LEARNIG - L’introduzione dei criteri e dei principi di Green Public Procurement nelle procedure di acquisto

     

    SEMINARI GPP - una raccolta di materiale e documentazione a supporto delle iniziative di formazione

     

    FAQ GPP - una rassegna di domande frequenti sul GPP

     

    NORMATIVA - una raccolta di normativa europea e nazionale

    helpdesk.jpg se hai bisogno di assistenza rivolgiti all'HelpdeskGPP

     

     

    L'aggiornamento degli strumenti è stato realizzato nell’ambito del Piano triennale per l’applicazione del Green Public Procurement in Regione Emilia-Romagna per il triennio 2016-2018.

    Gli strumenti realizzati nell’ambito del Piano regionale 2013-2015 sul Green Public Procurement sono stati finanziati attraverso la campagna “Consumabile”. La spesa relativa all’intervento “Cittadini consumatori: essere informati per compiere scelte sostenibili, salutari e sicure” del programma generale della Regione Emilia-Romagna stanziato dal Ministero dello Sviluppo economico ai sensi del D.M. 28/05/2010. Scopri la campagna “Consumabile”.

     

          A chi rivolgersi

          SERVIZIO VALUTAZIONE IMPATTO E PROMOZIONE SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

          viale della Fiera, 8 - Terza torre - VI piano 40127 Bologna Tel.: 051 5276953/6036 Fax: 051 5276095

          E-mail: Vipsa@Regione.Emilia-Romagna.it

          Email certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it

          Responsabile: Valerio Marroni

          Referente: Patrizia Bianconi

          E-mail: patrizia.bianconi@regione.emilia-romagna.it

          Azioni sul documento

          pubblicato il 2014/03/20 11:55:00 GMT+2 ultima modifica 2019-03-13T11:18:03+02:00

          Valuta il sito

          Non hai trovato quello che cerchi ?

          Piè di pagina