Valutazioni ambientali e promozione sviluppo sostenibile

Green Public Procurement

Sostenibilità ambientale negli acquisti della pubblica amministrazione

Cosa fa la Regione

logo GPP

Con la Legge 29 dicembre 2009, n. 28 “Introduzione di criteri di sostenibilità ambientale negli acquisti della pubblica amministrazione”, la Regione Emilia - Romagna ha approvato l’introduzione di criteri di sostenibilità ambientale in fase di approvvigionamento di beni e servizi da parte delle stazioni appaltanti della pubblica amministrazione.
Per dare attuazione alla Legge sono stati definiti alcuni strumenti di supporto e linee di intervento, all’interno del primo Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi pubblici in Regione Emilia-Romagna per il triennio 2013-2015 (DdA n. 91 del 2 ottobre 2012).

A supporto dell’attuazione della legge assume un ruolo chiave la centrale di committenza regionale Intercent-er, chiamata ad elaborare la propria programmazione annuale coerentemente con gli obiettivi del Piano Triennale Regionale e dei Piani d’azione approvati dagli Enti territoriali competenti.
Successivamente, anche in considerazione dei nuovi obblighi intervenuti a livello nazionale con l’approvazione del Nuovo Codice degli Appalti Pubblici (Dlgs 50/2016) è stato redatto il nuovo Piano triennale per l’applicazione del Green Public Procurement in Regione Emilia-Romagna per il triennio 2016-2018 (DdA n. 108 del 7 febbraio 2017)

Nell’ultimo triennio, secondo il monitoraggio condotto dalla Regione, gli acquisti sostenibili con l’utilizzo dei Cam,  i criteri ambientali minimi definiti a livello nazionale, hanno raggiunto il 41% del totale per mezzo milione di euro. L’agenzia regionale IntercentER ha attivato 32 convenzioni quadro contenenti principi di sostenibilità ambientale e 19 con criteri di sostenibilità sociale; gli ordini per forniture emessi dalle pubbliche amministrazioni del territorio regionale nell’ambito di Convenzioni con elementi green hanno toccato quota 1 miliardo 389 milioni di euro nel triennio 2016-2018.

Alla luce dell’esperienza maturata con il precedente Piano è stato approvato in Assemblea legislativa  il terzo Piano triennale 2019-2021 per il Green Public Procurement (DdA n°219 del 17 settembre 2019 (pdf, 1.65 MB)).

Il Piano si applica, oltre alle strutture regionali, anche a Province, Comuni e Unioni di Comuni, Acer, Università, Aziende Usl, Istituti assistenziali, Consorzi di bonifica e società a partecipazione pubblica.

L'obiettivo è raggiungere il 100% di acquisti verdi entro il 2021, per arredi degli uffici, carta, cartucce per stampanti, apparecchiature informatiche, servizi di pulizia e di cura del verde negli enti pubblici. E ancora: edilizia, decoro urbano, illuminazione pubblica, mezzi di trasporto, ristorazione collettiva, così come per tutti gli altri beni e i servizi coperti dai Cam.

Le azioni del Piano

Tra le azioni previste dal Piano per il Green Public Procurement, ampia è la rilevanza attribuita alle attività di sensibilizzazione, formazione e informazione del personale pubblico. Si prevede di continuare con la promozione di incontri specifici come i 12 eventi organizzati nell’ultimo triennio, che hanno visto la partecipazione di oltre 900 dipendenti di amministrazioni statali e locali.

Si punta, inoltre, alla promozione degli acquisti verdi nell'ambito dell'utilizzo delle risorse comunitarie di Por e Psr, all’assistenza tecnica da parte della Regione alle stazioni appaltanti nella predisposizione e adozione dei criteri ambientali e sociali nelle proprie gare e al coinvolgimento delle associazioni di categoria degli operatori economici. Continuerà poi l’attività per predisporre strumenti operativi e di approfondimento a disposizione degli uffici acquisti: manuali tecnico-operativi dedicati ai Cam, guide pratiche per fare acquisti verdi, assistenza tecnica per fornire risposte tempestive e accurate alle richieste degli stakeholder.

Il raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano continuerà a essere sottoposto a un costante monitoraggio che interesserà sia le direzioni regionali e IntercentER, sia le amministrazioni territoriali, grazie alla collaborazione con l’Osservatorio regionale dei contratti pubblici.

 

GLI STRUMENTI DEL GPPer

A chi rivolgersi

SERVIZIO VALUTAZIONE IMPATTO E PROMOZIONE SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

viale della Fiera, 8 - Terza torre - VI piano 40127 Bologna Tel.: 051 5276953/6036 Fax: 051 5276095

E-mail: Vipsa@Regione.Emilia-Romagna.it

Email certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it

Responsabile: Dott. Valerio Marroni

Referente: Dott.ssa Patrizia Bianconi

E-mail: patrizia.bianconi@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/04 12:40:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-07T15:50:07+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina