venerdì 28.04.2017
caricamento meteo
Sections

A Sant’Agata Bolognese un impianto per la produzione di biometano

Sarà attivo entro il 2018. Via libera dalla Regione alla Valutazione di impatto ambientale

Produrre ogni anno 7 milioni e mezzo di metri cubi di biometano, combustibile rinnovabile al 100%, a partire dalla raccolta differenziata di 135 mila tonnellate di rifiuti organici e verde.

La Giunta regionale dà il via libera al progetto “green” del Gruppo Hera per il nuovo impianto che sorgerà entro il 2018 a Sant’Agata Bolognese (Bo), all’interno del sito di compostaggio già attivo. Un intervento da parte della multiutility da 30 milioni di euro, ispirato alle esperienze più avanzate su scale europea, che consentirà di evitare l’utilizzo di oltre 6 mila tonnellate di petrolio all’anno e di ottenere 20.000 tonnellate di fertilizzante naturale di alta qualità. Ridotto quasi a zero l’impatto delle emissioni, con benefici evidenti per la qualità dell’aria.

“Si tratta di un intervento all’insegna dell’innovazione, una vera attuazione dei principi dell’economia circolare: al termine di una Valutazione di impatto ambientale rigorosa, abbiamo dettato prescrizioni precise per un progetto che si basa sull’utilizzo delle migliori tecnologie previste su scala comunitaria-  spiega Paola Gazzolo, assessore regionale alle politiche ambientali- Il nuovo impianto rappresenta una delle prime esperienze nel suo genere in Emilia-Romagna: una tappa importante verso il pieno recupero dei rifiuti, per farne vere risorse”.

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/03/2017 — ultima modifica 29/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it