lunedì 24.07.2017
caricamento meteo
Sections

Istituito l’Elenco regionale dei sottoprodotti

Per favorirne l’individuazione da parte delle aziende e ridurre la produzione dei rifiuti

Con la deliberazione di Giunta regionale n. 2260 del 2016 la Regione Emilia Romagna ha attivato il "Coordinamento permanente sottoprodotti" e ha istituito l’“Elenco regionale dei sottoprodotti”, al quale potranno volontariamente iscriversi tutte le imprese regionali che rispettino i requisiti di legge in materia.

I sottoprodotti sono materiali derivanti da processi produttivi che, se soddisfano le condizioni richieste dalla normativa e in particolare dall’ art. 184 bis del D.Lgs. 152/2006, non sono da considerare rifiuti ma appunto sottoprodotti da utilizzare in altri processi di produzione o di utilizzazione.

L’Elenco rappresenta un sistema pubblico di riconoscimento che ha lo scopo di favorire l'utilizzo dei sottoprodotti, in linea con i principi dell'economia circolare di cui alla legge regionale 16/2015 e in un'ottica di collaborazione costruttiva tra pubblico e privato.

Il sistema delineato dalla Giunta prevede l’individuazione, tramite determinazioni dirigenziali, delle tipologie di processi produttivi per cui le imprese possono richiedere l’iscrizione nell’Elenco regionale.

Al momento sono state approvate le prime schede tecniche relative ai noccioli di albicocca e di pesca.

 

Per approfondire

Le regole per i sottoprodotti

DGR n. 2260/2016

Determinazione n. 349/2017

 

Per sapeprne di più sui "sottoprodotti" 1 -2

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/02/2017 — ultima modifica 27/02/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it