domenica 25.06.2017
caricamento meteo
Sections

Qualità dell’aria, il 5 febbraio torna la “domenica ecologica”

Tra le iniziative a favore della mobilità sostenibile lo stop alla circolazione per i veicoli più inquinanti

Estendere le stesse limitazioni al traffico applicate per i veicoli più inquinanti dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, anche durante le domeniche ecologiche, previste la prima domenica di ogni mese. È quanto prevede il Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020), adottato dalla Regione Emilia-Romagna per mettere in campo misure necessarie a far rientrare nei valori limite gli inquinanti atmosferici. I provvedimenti previsti dal Piano vengono applicati dall’1ottobre 2016 al 31marzo 2017 e prevedono anche misure emergenziali in caso di picchi di inquinamento.

Quella del 5 febbraio sarà la seconda domenica ecologica del 2017, mentre la prossima è prevista il 5 marzo. Previsto lo stop alla circolazione per le seguenti categorie di veicoli:

  • autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1;
  • autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3 (anche se dotati di filtro antiparticolato);
  • ciclomotori e motocicli Euro 0.

Trenta i comuni coinvolti. I comuni capoluogo (Bologna, Ferrara, Forlì, Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini); i Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti (Carpi, Imola e Faenza), i comuni con popolazione compresa fra i 30.000 e i 50.000 abitanti (Castelfranco Emilia, Formigine, Sassuolo, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena, Cento, Lugo, Riccione) e i comuni appartenenti all’agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano, Pianoro, Sasso Marconi, Zola Predosa).

 

La domenica ecologica a Bologna

Se non ci fosse stato il provvedimento della “domenica ecologica” la misura emergenziale del blocco del traffico non si sarebbe applicata a Bologna perché da martedì 24 a lunedì 30 gennaio le polveri sottili, Pm10, hanno sforato il limite di 50 microgrammi per metro cubo “solo” dal 26 al 30 gennaio, ma non il 24 e il 25. Il blocco domenicale, secondo il Piano aria integrato condiviso con la Regione Emilia Romagna, si verifica quando lo sforamento avviene per sette giorni consecutivi dal martedì al lunedì successivo.

 

La domenica ecologica a Ferrara

Le limitazioni sono valide nell'area del centro abitato di Ferrara (escluse le strade "corridoio"). L'ordinanza adottata dal Comune di Ferrara contiene l'indicazione di una serie di itinerari stradali esclusi dai divieti di circolazione, oltre a una serie di deroghe relative a veicoli utilizzati per determinati tipi di servizi e trasporti.

 

La domenica ecologica a Modena

I veicoli più inquinanti indicati dal PAIR 2020 non potranno circolare nell’area compresa all’interno delle tangenziali nord Pirandello, Carducci e Pasternak, via Nuova Estense, strada Bellaria, strada Contrada, via Giardini, complanare Einaudi, strada Modena-Sassuolo, tangenziale Mistral. Sarà comunque possibile per tutti i veicoli entrare in città per raggiungere i parcheggi scambiatori situati all’interno del centro. Previste anche promozioni per l’uso dei trasporti pubblici: domenica 5 febbraio il biglietto di corsa semplice, acquistato a terra o a bordo, sarà valido per l' intera giornata sulle linee urbane di Seta.

 

La domenica ecologica a Parma

Previsto il blocco totale della circolazione nell’area all’interno delle tangenziali dalle 8.30 alle 18.30, con le usuali vie di accesso ai parcheggi scambiatori. Tra le deroghe previste auto elettriche, disabili, car pooling (almeno 3 persone per auto), taxi, veicoli di soccorso e sanitari, veicoli di servizio. Sarà possibile circolare per tutta la giornata sui mezzi pubblici con 1 solo biglietto. Potenziate le frequenze di alcune linee.

 

La domenica ecologica a Piacenza

L’Amministrazione comunale ha disposto misure straordinarie e aggiuntive, dalle 8.30 alle 18.30 del 5 febbraio, rispetto a quanto previsto dalla concomitanza con la giornata ecologica che ricorre la prima domenica del mese. Sarà infatti vietata la circolazione per tutte le tipologie di veicoli, indipendentemente dalla categoria, con la sola eccezione della Besurica, di Le Mose e Montale, in quanto zone non sufficientemente servite dal trasporto pubblico locale.
Da domenica 5 a martedì 7 febbraio scatterà anche l’altra misura emergenziale stabilita in caso di superamento dei valori massimi di Pm10 per sette giorni consecutivi.

 

La domenica ecologica a Reggio Emilia

Per limitare l'emissione dei gas di scarico ed evitare un aggravarsi delle cattive condizioni dell'aria, nella giornata di domenica sarà vietata la circolazione di tutti i veicoli a motore, con la sola eccezione dei mezzi elettrici. Rimarranno quindi fermi tutti i mezzi a benzina, gpl, metano e i mezzi ibridi, appartenenti a qualsiasi categoria di omologazione. Tali veicoli potranno tuttavia circolare nel caso trasportino una persona disabile e nel caso vi siano a bordo almeno 3 persone. Agli esercizi commerciali è vietato tenere le porte aperte, se non per il tempo strettamente necessario al carico/scarico di merci e all'entrata/uscita dei clienti. Durante il blocco totale di domenica si potrà viaggiare sui mezzi Seta per tutto il giorno acquistando e vidimando un solo biglietto (acquistabile anche a bordo).

 

La domenica ecologica a Rimini

L’area interessata dalle limitazioni comprende tutta la zona urbana a mare della statale 16. Sarà garantito il transito nelle arterie di collegamento ai parcheggi di scambiamento (come piazzale Caduti di Cefalonia, Centro Ausa, Valturio, via Fantoni e parco Don Tonino Bello), alle strutture ospedaliere, di ricovero e cura, compreso l’intero asse mediano (la direttrice ‘Fila dritto’). Previste deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti, come le famiglie con una fascia Isee inferiore a 14mila euro o i mezzi che effettuano il car pooling. Per maggiori informazioni è possibile telefonare all'Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0541 704704. 

 

Per maggiori informazioni sul PAIR 2020:

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/02/2017 — ultima modifica 03/02/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it