mercoledì 14.11.2018
caricamento meteo
Sections

Bando Infeas 2018, al via due nuove azioni di sistema

Assegnati i finanziamenti ai progetti 'Condomini sostenibili' e 'La Scuola in natura'

L'Arpae e i Centri di educazione alla sostenibilità del territorio si confermano i protagonisti di una rete che supporta le politiche di sviluppo sostenibile con il coinvolgimento attivo dei cittadini.

Dopo i progetti avviati lo scorso anno, tutt’ora in corso, sono stati approvati e sono ai nastri di partenza due nuovi Progetti di sistema che completano le azioni previste dal Programma regionale di 'Informazione ed educazione alla sostenibilità (INFEAS 2017/019)’, a seguito dell’istruttoria dell'Area Educazione alla sostenibilità di Arpae.

I progetti approvati (Det/2018/713) coinvolgono a vario titolo quasi tutti i 36 Ceas (Centri di educazione alla sostenibilità) della regione. Questi ultimi erano stati chiamati con un avviso pubblico a collaborare in partnership tra loro e coinvolgendo ulteriori risorse sul territorio come attuatori del programma regionale su temi quali: 1) “Educazione alla gestione sostenibile delle risorse ambientali” in sinergia con “Educazione all’energia sostenibile”, con particolare attenzione ai contesti abitativi condominiali ed alle loro problematiche ambientali e sociali; 2) “Outdoor education: la scuola in natura” con particolare riferimento alle metodologie educative legate alle esperienze già realizzate di scuola nel bosco.

Sul primo tema del Bando il progetto finanziato con 60.000 euro, denominato Condomini sostenibili, è promosso da due capofila: il Comune di Ravenna e l’Università Verde di Bologna in qualità di enti titolari rispettivamente del “Multicentro Ravenna” e del “Centro Antartide”. I Ceas che hanno aderito come Partner sono: Multicentro di Forlì, Bologna, Rimini e Cesena; Intercomunali Raganella e Rete reggiana. I Ceas di Appoggio sono il Multicentro di Modena e il Ceas intercomunale Terre d’Argine. 

Sul secondo tema del Bando il capofila del progetto Outdoor education: la scuola in natura è il Ceas d’eccellenza Fondazione Villa Ghigi. Finanziato con 40.000 euro, il progetto prevede la collaborazione come Partner dei Ceas: Multicentro di Bologna, Ferrara, Cesena e Rimini; Intercomunali Rete Reggiana, Imolese, Romagna Faentina, Bassa Romagna e Valmarecchia; Parchi Emilia Orientale, Emilia Occidentale, Scuola Parchi Romagna e Sasso Simone Simoncello. In qualità di Appoggio i Ceas: Multicentro di Forlì, Terre reggiane, Raganella, Di Onda in Onda, Nonantola, e Foreste casentinesi.

Ciascun Progetto di sistema si traduce in specifiche azioni locali che si svilupperanno nel corso del biennio 2018/19. 

In particolare, il progetto Condomini sostenibili, che coinvolgerà i cittadini residenti in condomini o in aree urbane dei comuni del territorio emiliano-romagnolo, intende mettere a sistema e implementare strumenti ed azioni volti alla promozione della sostenibilità dei condomini o di limitate aree urbane. L'azione complessiva si orienterà su uno spettro di tematiche (energia, mobilità, verde, rifiuti, adattamento ai cambiamenti climatici, lotta alla zanzara tigre, gestione beni comuni, ecc.) che verranno individuate in seguito ad un confronto fra i diversi Ceas partner e altri attori regionali in base ai bisogni e alle opportunità di sviluppo di queste azioni sui diversi territori. 

Il progetto Outdoor education: la scuola in natura implementa e porta a sistema diverse attività pregresse dei Ceas degli ultimi anni con l’obiettivo di ricreare un rapporto spontaneo tra bambini e natura. Questo progetto prevede una rapida ricognizione nei territori dei Ceas per far emergere i contesti educativi che di questa esigenza hanno tenuto conto; un momento residenziale formativo e di confronto tra addetti ai lavori, con il contributo di esperti; un approfondimento, in occasione di una mostra bolognese dedicata alle scuole all’aperto dei primi del ’900, per offrire una prospettiva storico-pedagogica; incontri con le comunità locali, in primo luogo con i genitori, per informare, suggerire riflessioni e offrire soluzioni al cosiddetto “deficit di natura”. Ogni Ceas partner avvierà una sperimentazione nel proprio territorio mediante la realizzazione di un percorso formativo per insegnanti ed educatori e di un percorso didattico di scuola all’aperto che coinvolgerà una sezione di nido o scuola dell’infanzia.

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/09/2018 — ultima modifica 12/09/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it