domenica 16.12.2018
caricamento meteo
Sections

I Colli del Nure diventano paesaggio naturale e seminaturale protetto

L’area comprende l’intero territorio del comune di Ponte dell’Olio in provincia di Piacenza e si estende per 4.210 ettari

Paesaggi protetti destinati alla tutela di aree con valori naturalistici diffusi in cui le relazioni, equilibrate e protratte nel tempo, tra attività umane e ambiente naturale hanno favorito il mantenimento di habitat e di specie in buono stato di conservazione. Sono i “Paesaggi naturali e seminaturali protetti, una nuova tipologia di area protetta nata con la Legge regionale n. 6 del 2005, che si differenzia dai parchi e dalle riserve naturali, che conservano sistemi territoriali e ambientali di particolare pregio.

Il Comitato esecutivo dell’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia-Occidentale il 15 novembre ha istituito ufficialmente i Colli del Nure in Provincia di Piacenza come paesaggio protetto, dopo aver acquisito una valutazione positiva dalla Giunta regionale con parere della Commissione Assembleare territorio e ambiente (Delibera n. 1783 del 29.10.2018).

Oltre ai Colli del Nure attualmente in Emilia-Romagna ci sono altri 4 i paesaggi protetti: Collina reggiana Terre di Matilde nel reggiano, Colline di San Luca nel bolognese, Centuriazione romana nel ravennate e Torrente Conca nel riminese.

La proposta di istituzione dei Colli del Nure è nata da una richiesta del Comune di Ponte dell’Olio, successivamente condivisa dalla Provincia di Piacenza e dall’Ente di gestione per i parchi e la biodiversità Emilia occidentale. L’area, che si situa a ridosso dell’area SIC-ZPS “Conoide del Nure e Bosco di Fornace Vecchia” (IT4010017), comprende l’intero territorio del comune di Ponte dell’Olio, si estende per 4.210 ettari e riassume i caratteri tipici del paesaggio collinare del piacentino.

È caratterizzata da una notevole biodiversità botanica e faunistica e da una grande variabilità di paesaggi nella zona a ridosso del torrente Nure.

Tra gli obiettivi di gestione rientrano quelli della promozione di appropriati usi del suolo per la salvaguardia del paesaggio rurale, il recupero e il mantenimento dell’equilibrio idrogeologico e della stabilità dei versanti, la promozione turistica del territorio e il recupero e il mantenimento delle identità e delle tradizioni locali.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/12/2018 — ultima modifica 03/12/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it