martedì 18.09.2018
caricamento meteo
Sections

Siccità e sicurezza, da Regione 3 milioni e 800 mila euro per canali, impianti, strade e invasi

Programma per lo stoccaggio delle acque ad uso irriguo in otto province dell’Emilia-Romagna. Tutte le opere in cantiere

Partiranno entro l’estate con un plafond di circa 3 milioni e 800 mila euro messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna e andranno a finanziare, nel triennio 2018-2020 una ventina di opere urgenti nei canali, impianti di bonifica, irrigazione e su strade di servizio. Gli interventi, segnalati dai Consorzi di bonifica, interessano le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara, Modena, Bologna, Ravenna e Forlì-Cesena.

Inoltre, a Medesano (Pr), sarà terminata un’importante infrastruttura per lo stoccaggio dell’acqua e per contrastare la crisi idrica nel settore agricolo costituita da laghetti che saranno valorizzati anche dal punto di vista ambientale e ricreativo.

In particolare, al territorio di Piacenza sono stati assegnati 268mila euro per quattro interventi di manutenzione e messa in sicurezza di canali e impianti di bonifica; a Parma 200mila euro per quattro interventi di ripristino della sicurezza di strade di bonifica oltre a 1,4 milioni per la realizzazione di invasi; in provincia di Reggio Emilia sono stati programmati investimenti di oltre 377mila euro per tre interventi di riqualificazione idraulica e ambientale; a Modena vanno 110mila euro per due interventi di consolidamento spondale di canali di scolo; a Bologna, 300mila euro per due interventi di potenziamento di infrastrutture idrauliche;  a Ferrara arriveranno 380mila euro per due interventi di ripristino della funzionalità idraulica; a Ravenna altri 240mila euro per due interventi di messa in sicurezza di infrastrutture del territorio, infine a Forlì-Cesena 500mila euro per un’opera di bonifica idraulica.

Gli interventi programmati in dettaglio

In provincia di Piacenza sono previsti 4 interventi per la manutenzione e messa in sicurezza di diversi canali di bonifica con un finanziamento di 268mila euro.
Nel Comune di Borgonovo Val Tidone sono in cantiere due interventi rispettivamente allo scarico del Rio Grande in località Malpaga (93mila euro) e al Rio Castelnuovo (68mila euro) mentre nel comune di Gazzola i lavori interessano il Rio Gazzola (57mila euro). Programmata anche la manutenzione straordinaria delle elettropompe dell’importante impianto idrovoro di Casino Boschi in comune di Castel San Giovanni (50mila euro).

In provincia di Parma sono stati finanziati 1,4 milioni di euro per realizzare invasi ad uso plurimo nel Comune di Medesano su aree in precedenza interessate da attività estrattiva. L’intervento nel suo complesso si pone l’obiettivo di fronteggiare l’emergenza idrica degli ultimi anni realizzando invasi destinati ad integrare le insufficienti portate del Fiume Taro nei mesi estivi e a supportare l’alimentazione del sistema irriguo del Canale San Vitale in un comprensorio a forte vocazione foraggiera, inserito nella filiera produttiva del formaggio parmigiano-reggiano.
Inoltre, sono stati stanziati 200mila euro per quattro interventi di ripristino della sicurezza al transito in strade di bonifica gravemente danneggiate da movimenti franosi che collegano le frazioni di alcuni comuni dell’appennino parmense. Si tratta del rispristino della pavimentazione della strada “Villa di Graiana-Case Mattei-Case Barozzi” a Corniglio (50mila euro), della strada “Marzolara-Torre Tordenaso” a Calestano (50mila euro), della “Sgui-Gherardi-Baghetti-Mongiardino” a Varsi (50mila euro) e della strada “Roccamurata-Branzone” a Valmozzola (50mila euro).

In provincia di Reggio Emilia sono stati programmati investimenti di oltre 377mila euro per tre interventi di manutenzione e riqualificazione idraulica.
A Campegine sarà messa in sicurezza la condotta “Botte 2000” che serve sia per lo scolo che per l’irrigazione (200mila euro). In comune di Luzzara viene finanziato un progetto per il rifacimento di alcuni ponti che costituiscono al momento delle strozzature per il deflusso delle acque in caso di piena nei canali Fiamminghi e nella Fossa Luzzarese (77.513 euro euro). Infine a Quattro Castella è prevista la messa in sicurezza e riqualificazione ambientale del Rio Monticelli. Quest’ultimo intervento, su un rio che ha causato problemi di esondazione a seguito delle eccezionali piogge di inizio giugno è stato programmato nell’ambito di un contratto di fiume denominato “Patto di RII” (100mila euro).

Nel modenese sono stati assegnati 110mila euro due interventi di consolidamento dei canali di scolo.
A San Felice sul Panaro è prevista la messa in sicurezza del Cavo Vallicetta (70mila euro) e del canale di scolo a Finale Emilia (40mila euro) gravemente danneggiati a seguito dei frequenti eventi calamitosi dell’ultima stagione invernale.

Nel bolognese, a Imola, sono previsti due interventi, finanziati con 300mila euro, per il miglioramento della funzionalità di impianti di grande importanza per la bonifica idraulica e quindi per la sicurezza del territorio circostante.
Si tratta di interventi di manutenzione che saranno effettuati nell’impianto di Correcchio (150mila euro) e dell’adeguamento degli impianti idrovori di Ladello est e ovest (150mila euro).

In provincia di Ferrara arriveranno 380mila euro per due interventi di ripristino della funzionalità idraulica.
Un intervento sarà realizzato nel comune di Bondeno al collettore di Burana (150mila euro) e l’altro in quello di Codigoro (230mila euro) per il ripristino della circolazione dell’acqua, impianti gravemente danneggiati a causa delle eccezionali avversità atmosferiche che si sono verificati lo scorso l’inverno scorso.

A Ravenna sono stati finanziati con 240mila euro due interventi di riqualificazione e messa in sicurezza del territorio.
Si tratta del ripristino degli argini del canale in destra del Reno danneggiati dal fenomeno della subsidenza e ulteriormente danneggiati da una frana e della sicurezza del transito sulla strada provinciale 24 e la via Poggi che hanno subito gravi limitazioni della circolazione nei mesi scorsi (150mila euro) oltre alla manutenzione straordinaria delle paratoie presso Ponte Chiavica (90mila euro).

A Forlì vanno 500mila euro che serviranno per la realizzazione di un nuovo canale scolmatore delle portate di piena dello scolo consorziale Tassinara Nuova per la messa in sicurezza di località Carpinello. 

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/07/2018 — ultima modifica 11/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it