giovedì 14.12.2017
caricamento meteo
Sections

Bassa Romagna, quindici sonde di monitoraggio microsismico

Permetteranno di migliorare le conoscenze scientifiche sulla sismicità e di controllare meglio il territorio

Una rete di monitoraggio microsismico nell’area attorno alla concessione di stoccaggio gas di San Potito e Cotignola che permetterà di conoscere meglio i fenomeni sismici della Bassa Romagna e di controllare ulteriormente quanto accade sul territorio. È il progetto che sta realizzando l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e la società Edison Stoccaggio e che interesserà i comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Cotignola, Lugo e Russi.

La rete di monitoraggio, che entrerà in esercizio nell’estate 2018, verrà integrata nel sistema di rilevamento sismico nazionale e i dati saranno gestiti dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). La rete consentirà di rilevare e localizzare in tempo reale eventi sismici anche di bassa magnitudo (tra 0 e 1 gradi) che si dovessero verificare in prossimità dei giacimenti di stoccaggio.

Il progetto, sviluppato da Edison Stoccaggio in collaborazione con l’Università di Bologna e in coordinamento con il Ministero della Sviluppo economico, rientra nel quadro dell’implementazione delle linee guida in tema di monitoraggio sismico definite dal Ministero dello Sviluppo economico nel 2014, e prevede che vengano posizionate 15 sonde di rilevamento sismico, sia in superficie, sia all’interno di pozzi, in un raggio di circa 10 km dai giacimenti di stoccaggio gas di Edison Stoccaggio.

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/12/2017 — ultima modifica 30/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it