mercoledì 23.08.2017
caricamento meteo
Sections

Premiato a Bruxelles il progetto LoWaste-Life del Comune di Ferrara

Nominato tra i 5 migliori progetti Life di sempre: ha ideato un modello di economia circolare nella città estense

Sono stati premiati con il “Green Awards” lo scorso maggio a Bruxelles i progetti Life giudicati migliori (“straordinari”, li definisce la Commissione) nei 25 anni di storia del programma Life. E tra i 15 selezionati – su oltre 4 mila progetti vincitori del cofinanziamento del bando LIFE dal 1992 – c’è anche il progetto LOWaste, ideato e coordinato dal Comune di Ferrara, vincitore 2 anni fa del premio Life.

Il premio “Green Awards” ha individuato progetti che hanno ottenuto i migliori effetti sull'ambiente naturale dell’Unione europea e sulla creazione di posti di lavoro “verdi”. Il Commissario europeo all’ambiente, gli affari marittimi e la pesca, Karmenu Vella, ha sottolineato che “un quarto di secolo è molto tempo, e il programma Life ha raggiunto grandi numeri: ha finanziato più di 4 mila progetti per oltre 3 miliardi di euro. Il premio rappresenta l’apprezzamento della Commissione per gli sforzi, il duro lavoro e la dedizione di tutti coloro che hanno contribuito al programma nel suo complesso”.

I 15 progetti finalisti sono stati selezionati attraverso un’attenta valutazione di una giuria di esperti che ha esaminato la loro sostenibilità a lungo termine, il potenziale di comunicazione e l’intensità dell’impatto più ampio a livello nazionale, europeo o globale. I progetti sono stati anche valutati per innovazione, trasferibilità, benefici ambientali e miglioramento dello stato di conservazione. I vincitori sono stati quindi scelti con voto pubblico su Facebook.

Il progetto
Con LOWaste è stato possibile individuare soluzioni innovative in cui coinvolgere soggetti a vario titolo, impegnati nella valorizzazione dei materiali e nella produzione di ri-prodotti, fra cui: operatori dei rifiuti, piccole piattaforme di recupero, artigiani e PMI, ideando un modello di economia circolare a Ferrara. È stato realizzato tra 2011 e 2015 da Comune di Ferrara, cooperativa sociale La Città Verde, Impronta Etica (network di imprese italiane impegnate nella promozione della Responsabilità sociale di impresa), RReuse (Rete Europea di imprese sociali che operano nel settore del recupero e del riciclo dei rifiuti) ed Hera. L’iniziativa è stata finalizzata alla diminuzione dei rifiuti urbani attraverso la creazione di un mercato locale di materiale riciclato e alla promozione delle pratiche di GPP (Green Public Procurement) incentivando gli acquisti verdi da parte di cittadini, cooperative e imprese con conseguente riduzione di CO2, di utilizzo di materie nei processi industriali e di risorse quali acqua ed energia.

Gli obiettivi principali sono stati:

  • sviluppo di un sistema di mercato per i beni di “seconda vita” che possa essere replicabile anche in altri contesti;
  • diffusione di conoscenze e informazioni in tema di prevenzione, riutilizzo e riciclo;
  • aumento della consapevolezza di consumatori, commercianti, produttori ed enti locali riguardo la possibilità di ridurre i rifiuti attraverso il loro riutilizzo o con l’acquisto di prodotti “verdi”;
  • creazione di benefici sociali attraverso il coinvolgimento di cooperative, operanti nel settore del trattamento dei rifiuti e che realizzano programmi riabilitativi e di inserimento lavorativo per le persone in difficoltà, per la costruzione di prodotti di eco-design.

Per info: sito www.lowaste.it

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/07/2017 — ultima modifica 26/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it