domenica 23.07.2017
caricamento meteo
Sections

Villa Minozzo, bollette più leggere per chi ricicla l’organico

Messe a disposizione 100 compostiere per i rifiuti domestici. Obiettivo: trasformare l’immondizia da costo a risorsa

Trasformare l’immondizia da costo a risorsa. È quanto propone il Comune di Villa Minozzo (Reggio Emilia) con il progetto di compostaggio domestico dei rifiuti organici. “Intendiamo promuovere questa pratica virtuosa su tutto il nostro territorio – sottolinea Lucia Manicardi, assessore all’ambiente – e in tal senso, in collaborazione con Iren, mettiamo già a disposizione 100 compostiere, che saranno cedute ad altrettante famiglie o singole persone, le quali si impegneranno a trasformare l’umido in un ottimo concime naturale per i propri orti e giardini”.

Agli interessati basterà fare richiesta all’ufficio tecnico del municipio con la sottoscrizione di un apposito modulo. “Un semplice patto con l’ente pubblico in cui ci si adopererà a utilizzare correttamente e in modo continuativo questo strumento – spiega l’assessore – e si otterrà in cambio uno sconto del 20%  circa sulla parte variabile della bolletta sui rifiuti”.

Il contributo che i privati dovranno versare per ogni compostiera, della capacità di 300 litri ciascuna, sarà di 20 euro. “Una cifra che in media sarà recuperata in un’annualità – continua Lucia Manicardi – oltre al vantaggio di avere a disposizione una buona quantità di terriccio di alta qualità. I fondi raccolti grazie a questa operazione saranno reinvestiti per l’acquisto di altri contenitori per la produzione casalinga di compost”.

Conclude l’assessore all’ambiente: “Tale iniziativa rientra negli indirizzi della legge regionale a sostegno dell’economia circolare, che promuove il riciclaggio e altre azioni di riduzione dei rifiuti per consegnare alle generazioni future un ambiente più pulito, sano e accogliente. Naturalmente saranno svolte adeguate verifiche periodiche per accertarsi che gli abitanti che accetteranno tale opportunità – e che godranno degli sgravi corrispondenti – svolgano effettivamente, e in maniera adeguata, l’attività di compostaggio richiesta. Per chi non avesse mai applicato questa tecnica o volesse approfondire le sue conoscenze in materia, nei prossimi mesi si programmeranno alcune serate informative dedicate”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/07/2017 — ultima modifica 13/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it