mercoledì 23.05.2018
caricamento meteo
Sections

A Cesena ci sono i primi risultati di "Qui Zero Spreco"

Il progetto è promosso dal Comune ed è rivolto a ristoranti e mense per favorire il recupero delle eccedenze alimentari

Il 2017 ha visto l’attivazione del progetto "Qui Zero Spreco", un'iniziativa promossa dal Comune e rivolta a ristoranti e mense di Cesena per favorire il recupero delle eccedenze alimentari, riducendo così i rifiuti organici.

Il progetto è appena partito e in soli 2 mesi di attività ha portato a questi risultati

  • sono stati consegnati ai ristoranti aderenti circa 25.000 KIT anti spreco, composti dalle vaschette (di due diverse dimensioni) e dal sacchetto con logo Qui Zero Spreco;
  • a ottobre/dicembre 2017 sono stati utilizzati dai trenta ristoranti in totale circa 4300 kit anti spreco;
  • calcolando che il peso medio del cibo avanzato nel piatto e consegnato al cliente è di circa 0,475kg, il peso totale del cibo non sprecato è poco più di 2 tonnellate
  • dalle interviste fatte ai ristoratori durante il monitoraggio, il progetto è stato definito valido, conveniente, molto apprezzato dai clienti e sicuramente ripetibile 
  • i ristoranti stanno continuando a utilizzare le vaschette e i sacchetti, proponendo ai clienti di portare a casa il cibo rimasto nel piatto e qualcuno di loro è molto virtuoso nel proporre il progetto, esporre i materiali comunicativi, scrivere post su Facebook
  • gli effetti attesi sulla riduzione dello spreco alimentare sono in linea con le aspettative preposte all’avvio del progetto, con risultati accettabili
  • il continuo monitoraggio ha permesso di stimolare i vari ristoratori nel proporre l’iniziativa così da aumentare il numero di richieste di kit anti spreco
  • per rafforzare il progetto sono state consegnate 6 compostiere per la gestione degli scarti organici secchi da miscelare agli scarti alimentari e la possibilità di riutilizzare il compost prodotto a livello aziendale. Tre sono i ristoranti che hanno ricevuto la compostiera: Ristorante “Anita” di San Carlo, il Ristorante “La Trattoria” di Lizzano, il ristorante “Maccanone 704” di Diegaro
  • il logo "Qui Zero Spreco" e i suoi prodotti, veicolati dalla rete regionale dei CEAS, ha trovato spazio e utilizzo nell'ambito di un'azione di sistema regionale finanziata da ARPAE, di cui il Comune di Cesena è capofila e che porta il titolo "Come cavolo mangi?" sulla lotta agli sprechi di cibo e di educazione alimentare/agroambientale

 

Come partecipare

 

Le attività del tavolo avviato con le associazioni di categoria e l’Ausl per concordare le modalità di contatto dei ristoranti e di gestione degli scarti alimentari, le corrette prassi per il recupero degli avanzi di cucina, la distribuzione dei kit per il loro recupero e per acquisire elementi per eventuali proposte di modifica al regolamento TARI finalizzate a incentivare la riduzione dei rifiuti nella ristorazione, avrà sicuramente ulteriore sviluppo nel 2018 grazie a diversi bandi e finanziamenti sul tema in continuità col precedente.

In particolare il progetto di educazione alimentare e agroambientale finanziato da ARPAE e realizzato dalla rete dei CEAS col Comune di Cesena come capofila dal titolo "Come cavolo mangi?" sta sviluppando, oltre alle attività dedicate a scuole/famiglie in fattoria didattica, un'azione a livello regionale specifica che utilizza il logo di "Qui Zero Spreco" dando diffusione al progetto e implementandolo con la realizzazione di meeting tra produttori locali/fattorie didattiche e ristoratori per valorizzare le condizioni favorevoli che possono scaturire in linea con la lotta agli sprechi. 

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/01/2018 — ultima modifica 22/01/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it