domenica 21.10.2018
caricamento meteo
Sections

Bologna, la prima mappa per vivere la città in maniera sostenibile

Si chiama "Bologna is fair" e mostra le varie realtà economiche del centro storico che si ispirano a criteri di sostenibilità

Promuovere e rendere per la prima volta visibile in modo permanente la rete dell’economia solidale bolognese, divulgandone i valori e gli obiettivi e creando consumatori responsabili e informati. E' lo scopo di "Bologna is fair", la prima mappa che raccoglie le realtà commerciali, imprenditoriali, ristorative e di cooperazione, presenti nel centro della città, che rispondono ai criteri dell’economia sostenibile. Ciascuna delle realtà presenti è coerente con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e in particolare con quelli ambientali, dei diritti sociali, della territorialità (tipicità locale e Km0).

La mappa è stata tradotta anche in inglese ed è disponibile online, tramite app e in formato cartaceo. Sarà stampata in 30 mila copie e distribuita nell'Infopoint di Bologna Welcome (Piazza Maggiore, 1/e) e nelle realtà commerciali selezionate. Tutti gli strumenti sono sia in italiano che in inglese. Il progetto realizzato non ha scopo di lucro e i criteri di selezione delle realtà, pubblicati sul sito, sono stati elaborati attraverso una consolidata conoscenza e frequentazione dell’economia sostenibile e solidale.

Sono 63 le realtà censite divise in 11 categorie: mangiare e bere: ristoranti, pizzerie, bar, asporti bio e solidali; dormire: alloggi attenti alla sostenibilità ambientale e sociale; servizi: finanzia, abitare e alla persona; alimentari: punti vendita per fare una spesa bio, equo e local; cosmesi e benessere: bioprofumerie, centri estetici; moda e accessori: abbigliamento, borse, gioielli, produzioni locali e sartorie; baby friendly: negozi per bambini e genitori; muoversi green: noleggio mezzi, consigli per la mobilità sostenibile; la campagna in città: mercati contadini; equo e solidale: negozi con prevalenza di prodotti di fair trade; intrattenimento e cultura: librerie, locali musicali, cultura di genere.

Alle categorie si aggiungono poi 4 itinerari creati per una fruizione della città soprattutto turistica, in cui è possibile scoprire le realtà solidali limitrofe seguendo specifiche esigenze: Vegan ok, Fashion style, Consumatori critici e La famiglia in vacanza e 4 itinerari legati ad alcune zone: San Francesco, Saragozza/Santo Stefano, Porto/Irnerio e Università.

Il progetto è stato realizzato da ExAequo Soc. Coop. e C’è un mondo Soc. Coop. (via Guerrazzi 20/a), che sono le due organizzazioni di Commercio Equo e Solidale di Bologna fondatrici inoltre anche di Terra Equa il festival del commercio Equo e dell'Economia solidale in Emilia Romagna.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/10/2018 — ultima modifica 10/10/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it