giovedì 20.09.2018
caricamento meteo
Sections

Cambiano marcia i Comuni di Cesena e Cesenatico per la mobilità sostenibile

Al via il “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” del Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare

Incentivi economici per chi decide di rinunciare all’auto e di andare al lavoro in bicicletta, introduzione in tutti i plessi elementari di figure che promuovano e sviluppino l’esperienza del Piedibus e altre forme di mobilità sostenibile. Sono solo alcuni degli interventi che i Comuni di Cesena e Cesenatico stanno per attuare come prime azioni del progetto congiunto “Cambiamo marcia – Cesena e Cesenatico per la mobilità sostenibile”, finanziato dal Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare, nell’ambito del “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”.

Il progetto, appena avviato e che si concluderà nel 2021, intende promuovere e sviluppare infrastrutture e servizi integrati ed innovativi per favorire la mobilità sostenibile lungo i percorsi casa-scuola e casa-lavoro nei Comuni di Cesena e Cesenatico. Attraverso azioni di sensibilizzazione nelle scuole, nelle aziende del territorio, interventi strutturali per la messa in sicurezza dei percorsi ciclo-pedonali e l’attivazione di buoni mobilità, l’obiettivo del progetto integrato è quello di coinvolgere le comunità urbane per promuovere un cambio delle abitudini quotidiane di spostamento.

Il progetto ha un importo totale di circa 3 milioni di euro, di cui 1 milione di euro (pari al 34% del costo complessivo) finanziato dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare. Della cifra complessiva, oltre 2 milioni di euro sono destinati per la realizzazione e l’adeguamento di nuove piste ciclabili e messa in sicurezza di percorsi ciclo-pedonali attorno ai plessi scolastici. Mentre circa 700.000 euro verranno impiegati per implementare azioni di mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola, campagne di informazione e formazione per aziende provate, supporto al mobility manager scolastico e aziendale.

Azioni integrate

Il progetto prevede varie azioni, suddivise in 3 filoni di intervento:
1 – mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola,
2 – mobilità sostenibile nei percorsi casa-lavoro,
3 – mobilità sicura e interventi sulle infrastrutture ciclo-pedonali.

Per la realizzazione delle azioni si prevede il coinvolgimento di una fitta rete di soggetti tra cui le scuole, le associazioni che lavorano sui temi di sostenibilità ambientale e mobilità, le aziende del territorio, la Polizia Municipale e il coordinamento con ARPAE Emilia Romagna – Rete regionale dei Centri di Educazione alla Sostenibilità.

L’intero progetto sarà supportato, durante tutta la sua durata, da uno specifico piano di comunicazione, con l’utilizzo di vari strumenti.
In particolare, è stato realizzato il sito web www.cambiamomarcia.it dedicato al progetto, con informazioni e aggiornamenti sulle varie azioni previste nei tre filoni di intervento. La presenza sul web si svilupperà, naturalmente, anche attraverso l’attività sui social network
Ma sono previsti anche materiali più tradizionali, come flyer ecc. caratterizzati dall’immagine coordinata di “Cambiamo marcia”.

Il sito "Cambiamo marcia"

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/07/2018 — ultima modifica 04/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it