domenica 16.12.2018
caricamento meteo
Sections

Museo geologico all’aperto del Monticino, inaugurato il nuovo allestimento

Tra le principali novità una sezione stratigrafica e di repliche di fossili a grandezza naturale

E’ stato inaugurato il nuovo allestimento del Monticino nel Parco regionale della Vena del Gesso romagnola. Oltre alla sistemazione dei sentieri e delle staccionate e al rifacimento dei pannelli didattici, la principale novità è una sezione stratigrafica e di repliche di fossili trovati nei giacimenti miocenici. Si tratta di copie a grandezza naturale di alcuni dei più fantastici e caratteristici animali i cui resti fossili sono stati rinvenuti al Monticino: Gomphoteriidae, una sorta di mammuth tropicale, simile al mastodonte pliocenico; Stephanorhinus, un massiccio rinoceronte bicorne preistorico; Mesopithecus, piccola scimmia della sottofamiglia dei Colobini; Orycteropus, simile all’attuale oritteropo africano; Crocodilia, simile all’attuale coccodrillo del Nilo; Thalassyctis, grosso ienide estinto di taglia confrontabile con quella dell’attuale iena maculata; Hippotherium, antenato tridattilo del cavallo.

L’ex-cava di gesso del Monticino, allestita nel 2006 come museo geologico all’aperto, in cui affiorano le principali formazioni rocciose della Romagna occidentale, porta le testimonianze di carsismo antico e rappresenta il luogo in cui sono stati rinvenuti eccezionali reperti della paleofauna a vertebrati terrestri del Messiniano finale (tra 5,61 e 5,33 milioni di anni fa).

Questi resti paleontologi appartengono a circa sessanta specie (tra le quali almeno cinque specie nuove per la scienza), ripartite in una quarantina di mammiferi e una ventina tra anfibi e rettili. Colpisce il gran numero di forme esotiche, confrontabili soprattutto con quelle degli attuali paesi tropicali o subtropicali: rettili quali coccodrillo, varano o boa delle sabbie e mammiferi come scimmia, oritteropo, tasso del miele, rinoceronte, mastodonte, antilope o iena.

Verrà inaugurato inoltre il percorso guidato per non vedenti, in modo da offrire una nuova opportunità di visita del museo a chi, altrimenti, avrebbe difficoltà a fruirne in libertà e autonomia.

 

Per maggiori informazioni:

Azioni sul documento
Pubblicato il 27/11/2018 — ultima modifica 27/11/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it