sabato 21.07.2018
caricamento meteo
Sections

Alla scoperta di "Meraviglie segrete" nella Bassa Romagna

Visite guidate gratuite nel weekend alla Riserva naturale di Alfonsine e al Podere Pantaleone di Bagnacavallo

In occasione di “Meraviglie segrete”, festival di giardini aperti ed eventi culturali nel territorio ravennate, lo stagno della fornace Violani della Riserva naturale di Alfonsine e il Podere Pantaleone di Bagnacavallo saranno aperti al pubblico per le visite guidate.

Ad Alfonsine le visite saranno domenica 13 maggio alle 10 e alle 15. Lo stagno della fornace Violani è una zona umida di acqua dolce dotata di un osservatorio e numerose paratie di osservazione per fare birdwatching e godere di un’ottima panoramica sullo specchio d’acqua e sull’intera area. Si può facilmente osservare avifauna come aironi cenerini, garzette, nitticore, cormorani, gallinelle d’acqua, svassi e molte specie di anatidi.

Grazie anche a diverse passerelle in legno, si ha la possibilità di scendere fino alle sponde dello stagno e di osservare alcuni esemplari tartarughe palustri europee (Emys orbicularis). Lungo il sentiero è possibile osservare alcune cassette nido posizionate sugli alberi e utilizzate da alcune specie, tra cui cinciallegra, passera mattugia e torcicollo.

L’iniziativa è gratuita ed è necessaria la prenotazione chiamando lo 0545 38149, oppure via email all’indirizzo ceas.casamonti@unione.labassaromagna.it. Il calendario di Meraviglie segrete è disponibile sul sito www.meravigliesegrete.it.

 

A Bagnacavallo il Podere Pantaleone (vicolo Pantaleone 1) sarà visitabile con escursione guidata gratuita sabato 12 maggio alle 15.30 e alle 17.30 e domenica 13 maggio alle 11, alle 15.30 e alle 17.30. La visita farà tappa al bosco, allo stagno delle libellule e al campo di grano di una volta.

Nel bosco, un’oasi di circa 9 ettari, sono presenti grandi pioppi, querce e olmi, molti di notevoli dimensioni e anche secolari. Nello stagno delle libellule sono presenti piante acquatiche rare e scomparse dalla maggior parte dei biotopi naturali della Pianura Padana, come l’erba vescica (Utricularia) una pianta carnivora acquatica, la ninfea bianca, la tifa minima e altre. Presenti anche animali ormai rari legati all’acqua. Il campo di grano di una volta ospita, accanto ad antiche varietà di graminacee, molti fiori segetali caratteristici, tipici dei vecchi seminativi, prima dell’avvento dei diserbanti e dei concimi chimici in agricoltura. Tra questi il fiordaliso, il pettine di Venere, la damigella scapigliata o fanciullaccia, lo specchio di Venere, il gittaione, il fior d’Adone, il gladiolo dei campi o spaderella, la speronella o erba cornetta, vari papaveri e altri fiori.

Per partecipare all’escursione è necessario prenotare chiamando il numero 347 4585280, oppure scrivendo a info@poderepantaleone.it.

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/05/2018 — ultima modifica 11/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it