mercoledì 19.09.2018
caricamento meteo
Sections

Unione della Bassa Romagna: consegnate a Bagnacavallo due targhe "Futuro green"

Procede il progetto che coinvolge Associazioi, Enti, Ordini pressionali, Collegi tecnici, Sindacati e Cittadini per lo sviluppo sosotenibile

Sabato 19 maggio a Bagnacavallo sono state consegnate una targa green a un edificio composto da due unità immobiliari in via della Costituzione 60/62 e una targa green gold a un immobile unifamiliare in largo Ilaria Alpi 1. Le targhe sono state consegnate dall'Assessore ai Lavori pubblici e al Patrimonio Simone Venieri.

Gli eventi sono collegati al progetto Futuro Green dell'Unione della Bassa Romagna. Dopo l'adesione al Patto dei Sindaci, avvenuta per 9 Comuni tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012, l'Unione ha avviato un tavolo di lavoro per un impegno comune di supporto e attuazione ai PAES con i principali attori del territorio, tra Associazioni Economiche, Enti, Ordini professionali, Collegi tecnici e Sindacati, giungendo alla firma di uno specifico protocollo d'intesa in data 5 Aprile 2013.

Le direttrici del progetto coincidono con gli assi su cui si incardinano il Piano Energetico e i Paes (Piano d’azione perl’energia sostenibile): 1. Risparmio energetico:  educazione a ridurre gli sprechi di energia attraverso una migliore gestione dei consumi elettrici e termici; 2 efficienza energetica:  sostituzione dei dispositivi poco efficienti (lampadine, motori elettrici, elettrodomestici); 3. Riqualificazione energetica degli edifici residenziali e industriali; 4. Rinnovabili:  promozione e diffusione delle rinnovabili secondo il principio per cui è necessario portare una rinnovabile a tutti. Le linee di azione consistono nel creare-cultura facendo informazione e utilizzando lo stesso linguaggio e soprattutto creando una comunità che creda e collabori attivamente alla sostenibilità e alla qualità della vita del proprio territorio. Nello specifico sono stati attivati i percorsi per mettere in rete le professioni, anche tramite le nuove tecnologie, e rendendo conto, con dati concreti e comprensibili,  delle attività di monitoraggio.

Tutti coloro che hanno effettuato attività di riqualificazione energetica della propria abitazione possono fare richiesta per ottenere gratuitamente la targa “Futuro green”. I moduli sono disponibili sul sito web dell’Unione dei Comuni nell’apposita sezione dedicata al progetto, (www.labassaromagna.it/futurogreen) e il progettista o l’impresa che ha effettuato l’intervento potranno aiutare il cittadino nella compilazione della domanda e nel reperimento dei dati necessari. La targa “Green” è il riconoscimento che va a tutti coloro che hanno effettuato interventi di riqualificazione e risparmio energetico, mentre quella “Green Gold” è riservata agli edifici in classe energetica B o superiore.

In via della Costituzione erano presenti i proprietari Birgit Costazza e Francesco Morandi (civico 60) e Sonia Ragazzini (62), l'ingegnere Clara Benelli, progettista termotecnico, il geometra Pierluigi Ravagli, progettista architettonico e Roberto Fabbri, costruttore (Casa e Giardino Srl). I proprietari si sono detti soddisfatti per il comfort e il risparmio energetico garantiti dal tipo di abitazione (Classe A4), terminata nel 2017.

In largo Alpi 1 erano presenti l'architetto Gianluca Minguzzi (Officina di Architettura) assieme con Michele Cipriani e Maria Esposito, suoceri di Gianluca Iandolo, proprietario della casa nella quale vive insieme alla moglie Cristina Cipriani. Originale struttura prefabbricata in legno con cappotto, a un piano, nella quale si è puntato molto, ha spiegato l'architetto Minguzzi, “sull'approccio bioclimatico e l'isolamento termico particolarmente elevato”.

 

Il progetto Futuro Green

L’elenco completo delle targhe consegnate fino a oggi

La pagina Facebook di Futuro Green

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/05/2018 — ultima modifica 23/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it