lunedì 23.10.2017
caricamento meteo
Sections

Piano di azione ambientale

Piano di azione ambientale 2011-2013


Cosa fa la Regione

L'assessore Freda: "Oltre 23 milioni di euro per interventi che potranno partire già da questo mese di luglio". Dei 23,6 milioni disponibili, 6,3 saranno programmati direttamente dalla Regione, mentre la quota più rilevante, pari a 17,3 milioni è stata ripartita a livello provinciale.

paesaggio collinare
Paesaggio collinare

Bologna 13 luglio 2011 - Rifiuti, acqua, aria, biodiversità . Sono gli obiettivi del Piano di azione ambientale 2011-2013 che ha ricevuto oggi il via libera dell’Assemblea legislativa e che può contare su oltre 23 milioni di euro.

“Si tratta di risorse – ha spiegato l’assessore regionale all’ambiente e riqualificazione urbana Sabrina Freda - disponibili da subito per interventi che potranno partire, laddove Province e Comuni siano pronti, già da questo mese di luglio, per centrare obiettivi coerenti con le strategie di salvaguardia dell’ambiente e di crescita sostenibile di questa Regione e con quanto ci viene chiesto dall’Europa”.

Dei 23,6 milioni disponibili, 6,3 saranno programmati direttamente dalla Regione, mentre la quota più rilevante, pari a 17,3 milioni è stata ripartita a livello provinciale (in base a criteri che considerano oltre all’estensione del territorio anche la popolazione residente, le presenze turistiche e universitarie) per cofinanziare, in collaborazione con gli Enti locali, interventi specifici sui territori. Tali interventi saranno proposti dalla singole Province e confluiranno in 9 intese provinciali la cui approvazione è prevista già nelle prossime settimane.

Questa la ripartizione per singola provincia: Bologna: 2.935.532 euro (16,95 %), Modena: 2.216.803 euro (12,8%), Parma: 2.119.818 euro (12,24%), Reggio Emilia: 1.865.232 euro (10,77%), Ferrara: 1.846.181 euro (10,66%), Forlì-Cesena: 1.778.638 euro (10,27%), Piacenza: 1.688.580 euro (9,75%), Ravenna: 1.648.747 euro (9,52%), Rimini: 1.219.242 euro (7,04%). 

Documenti:

Delibera Assemblea legislativa n° 46 del 12 luglio 2011: "Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile 2011-2013"

Delibera Giunta Regionale n° 874 del 20 giugno 2011: "Linee guida per la programmazione negoziata e realizzazione degli interventi rientranti nei progetti territoriali, misure A, B, C1, C2, C3"

Delibera Giunta Regionale n° 513 del 20 aprile 2012: "Linee e indirizzi per la programmazione dei progetti regionali"

Delibera Giunta Regionale n. 1216 del 21/07/2014: “Piano d'Azione Ambientale ex D.A.L. 46/2011: presa d'atto del monitoraggio e linee di indirizzo per i progetti regionali 2014-2015”

A chi rivolgersi

Direzione generale Ambiente e difesa del suolo e della costa
viale della Fiera, 8
40127 Bologna
tel. 051.527.6886
fax 051.527.6991
email dgambsegr@regione.emilia-romagna.it
email certificata: dgambsegr@postacert.regione.emilia-romagna.it
responsabile Giuseppe Bortone

Per la gestione finanziaria del piano:
Anna Greco
tel. 051.527.6927
email: agreco@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/01/2016 — ultima modifica 29/01/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it