domenica 04.12.2016
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

I vivai forestali

La Regione Emilia-Romagna produce giovani piante che concede gratuitamente agli Enti pubblici all'interno del territorio regionale

Giovani farnie (Quercus robur) in fitocella. Foto Paolo Mordini, archivio personaleLa Regione Emilia-Romagna produce nei propri vivai forestali giovani piante di specie autoctone tipiche del territorio, che concede gratuitamente agli Enti pubblici che ne fanno richiesta per la promozione ed il miglioramento dei boschi, dell'ambiente naturale, della biodiversità e per la riqualificazione urbana, esclusivamente all'interno del territorio regionale tramite diverse iniziative quali:

  • interventi di forestazione (per es. attività di imboschimento);
  • ripristino o realizzazione di ambienti naturali (per es. boschetti, macchie, siepi spontanee);
  • diffusione del verde pubblico (per es. parchi e giardini pubblici, alberature stradali, obblighi derivanti dalla L.113/92 "Un albero per ogni neonato");
  • attività didattiche e divulgative del verde (per es. Festa degli alberi).

I privati cittadini non possono richiedere direttamente le piantine alla Regione Emilia-Romagna, ma per ottenerle possono rivolgersi all’Ente territoriale competente in materia (per es. Comuni e loro Unioni, Enti di gestione per i Parchi e la Biodiversità).

Nei vivai forestali regionali non vengono prodotti alberi da frutto, alberi di Natale, piante ornamentali, piante per appartamenti o per terrazze.

COSA DEVONO FARE GLI ENTI PUBBLICI PER RICHIEDERE LE PIANTINE PRODOTTE NEI VIVAI FORESTALI REGIONALI  

Per richiedere le piantine prodotte nei vivai forestali regionali, gli Enti pubblici devono inviare il modulo di richiesta entro il 20 settembre di ogni anno al Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Gli Enti possono indicare nel modulo le quantità ma non le specie delle piantine richieste. In base alla disponibilità, verranno assegnate le quantità di piantine delle specie più adatte, a seconda del luogo dove verranno messe a dimora. Gli Enti potranno comunque allegare al modulo una nota per segnalare eventuali esigenze particolari in relazione alle specie richieste. 

All'atto dell’assegnazione saranno privilegiati gli interventi con finalità pubblica.   

Nel caso le piantine siano richieste per effettuare interventi di forestazione, arboricoltura da legno o ripristino e realizzazione di ambienti naturali, deve essere allegata alla domanda una cartografia delle aree da piantumare (Carta Tecnica Regionale scala massima 1:10.000) e una breve relazione tecnica descrittiva degli interventi.

Ai Comuni che fanno richiesta per rispettare quanto previsto dalla Legge 113/92 (Un albero per ogni neonato), saranno assegnate solo piantine appartenenti alle specie previste nell’allegato B della deliberazione della Giunta regionale n. 1324 del 23 settembre 2013.

In seguito verrà inviata agli Enti richiedenti, tramite posta elettronica certificata, una concessione dove sarà comunicato:

  • quante piantine, suddivise per specie, sono state assegnate;
  • presso quale vivaio (in provincia di Bologna il Vivaio Zerina di Imola, in provincia di Forlì-Cesena il Vivaio Castellaro di Galeata) ed entro quale data sarà possibile ritirare le piantine;
  • come prendere accordi con i vivaisti per il ritiro.

Gli Enti potranno ritirare le piantine con mezzi propri o delegare terzi entro la data comunicata, pena il decadimento dell’assegnazione che non sarà prorogabile alle successive annate silvane.

In alternativa, gli Enti potranno acquistare le piantine a prezzo concordato rivolgendosi direttamente all’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale - Centro Parco "Casinetto" - Strada Olma  2 - 43038 Sala Baganza (PR), referente Dott. Angelo Vanini, tel. Tel. 0521/836026, e-mail: vivaioscodogna.boschi-carrega@parchiemiliaoccidentale.it. Il ritiro avverrà presso il vivaio "Scodogna", che si trova a Collecchio (PR) in Strada Nazionale Ovest 128 ed è condotto in forma convenzionata dal sopracitato Ente di gestione; anche in questo caso il trasporto sarà a carico del richiedente.  

Per maggiori informazioni potete contattare il Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna al n. telefonico 051/5276080, email Segrprn@Regione.Emilia-Romagna.it

Documenti correlati

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/10/2011 — ultima modifica 10/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it