giovedì 15.11.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Novità sulla raccolta dei funghi

04/07/2018 - Agevolazioni per i comuni di pianura emiliano romagnoli nella gestione del rilascio dei tesserini e per gli stessi utenti che potranno richiederli con procedura semplificata.

Sono ben 148 i territori Comunali dell’Emilia-Romagna nei quali si potrà “andar per funghi” con un semplice versamento da 10,00 € sul conto corrente dedicato n° 1042629541 intestato a REGIONE EMILIA ROMAGNA AUTORIZZAZIONE RACCOLTA FUNGHI S.TE. Questa è la rivoluzione messa in atto dalla regione per facilitare i territori di pianura che con difficoltà gestivano il rilascio dei tesserini, operazione che sicuramente andrà anche favore degli utenti che potranno quindi fruire della semplificazione messa in atto.

Con l’articolo 38 della Legge Regionale n° 25 del 27 dicembre 2017 “Disposizioni collegate alla Legge Regionale di stabilità per il 2018” si è infatti provveduto a modificare la Legge Regionale n.13 del 2015 la quale disciplinava la delega all’esercizio delle funzioni prevista dalla L.R. 2 aprile 1996 n.6, riportando in capo alla regione il rilascio delle autorizzazioni per la raccolta dei funghi nel territorio dei Comuni non appartenenti a Unioni di Comuni Montani ad eccezione dei territori di quelle Unioni di Comuni o di quei Comuni singoli già convenzionati con Unioni di Comuni Montani o con Enti per la gestione dei Parchi e della Biodiversità.

Successivamente con la Delibera n° 527 del 16/04/2018 la Giunta Regionale ha regolato le modalità e le condizioni per la raccolta dei funghi epigei nei Comuni ritornati in carico alla regione, Comuni che vengono riportati nella tabella allegata al presente comunicato.

Le Province emiliano romagnole, ad esclusione di quella di Forlì – Cesena che ha tutti i propri Comuni regolati da convenzioni, hanno almeno un Comune in cui si potranno raccogliere i funghi epigei con la nuova metodologia del versamento in conto corrente postale. In provincia di Piacenza sono 29 i Comuni interessati da questa opportunità, 21 in quella di Parma, 36 in quella di Reggio Emilia, 1 a Modena, 22 a Bologna, 14 a Ferrara, 9 a Ravenna e 15 a Rimini.

Il tesserino quindi previsto dall’articolo 4 della Legge regionale n° 6 del 2 aprile 1996 in questo caso è costituito dalla ricevuta del versamento sul Conto Corrente dedicato n° 1042629541 intestato a REGIONE EMILIA ROMAGNA AUTORIZZAZIONE RACCOLTA FUNGHI S.TE, ed ha validità semestrale a partire dalla data della sua emissione. La ricevuta del versamento deve sempre essere accompagnata da un documento di identità in corso di validità.

Si precisa inoltre che al momento del versamento nel bollettino postale dovranno essere chiaramente riportate, nella causale, le seguenti informazioni, pena la mancata validità del permesso stesso:

  • Raccolta Funghi nei Comuni indicati in delibera n. 527 del 16 aprile 2018
  • Luogo e data di nascita del richiedente.

In merito a tutte le altre “disposizioni regolamentari” si deve fare riferimento all’allegato A alla delibera numero 527 del 16 aprile 2018.

Tutte le informazioni necessarie alla raccolta dei funghi epigei clicca qui.  

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/07/2018 — ultima modifica 04/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it