sabato 21.04.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

IT4060004 - SIC-ZPS - Valle Bertuzzi, Valle Porticino-Cannevié

Superficie: 2691 ettari
Province e Comuni interessati: FERRARA (Codigoro, Comacchio)

Territorio confinante con IT4060015 SIC-ZPS, con IT4060007 SIC-ZPS e con IT4060005 SIC-ZPS

Il sito è interamente incluso nel Parco regionale Delta del Po

Formulario

Formulario Natura 2000 del sito IT4060004

Note esplicative al formulario

Enti gestori

Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Strumenti di gestione

Misure Specifiche di Conservazione 

Descrizione e caratteristiche

Valle Bertuzzi. Foto Maurizio Bonora, Mostra e Catalogo Biodiversità in Emilia-Romagna 2003Il sito è costituito principalmente dal complesso vallivo di Valle Bertuzzi formato da tre bacini vallivi, denominati Val Cantone, Valle Bertuzzi e Valle Nuova, in parte comunicanti, arginati ed utilizzati per l’itticoltura estensiva; fanno parte del sito anche altri piccoli residui di zone umide con acque salmastre (Taglio della Falce e Valli Cannevié-Porticino), situati a Nord del Po di Volano, ed un invaso artificiale denominato Lago delle Nazioni a est di Valle Bertuzzi. L'area è poco antropizzata e ricca di aspetti ambientali e naturalistici non alterati da interventi umani; il complesso di Valle Bertuzzi è la valle salmastra meglio conservata in Emilia-Romagna dal punto di vista ambientale e paesaggistico; al suo interno vi sono numerosi dossi, alcuni dei quali con boschetti di vegetazione arbustiva ed arborea. Valle Bertuzzi, così come le zone umide a Nord di essa, si è formata in seguito allo sprofondamento dei terreni a Sud e a Nord del delta del Po di Volano nel medioevo. Il Taglio della Falce è costituito da una insenatura marina a Nord della foce del Volano e rappresenta la bocca lagunare delle Valli Giralda e Falce prosciugate rispettivamente nel 1960 e nel 1969. Le Valli Cannevié-Porticino sono gli unici specchi d’acqua a Nord del Po di Volano esclusi dal prosciugamento negli anni ’60. Il lago delle Nazioni è stato ricavato con interventi di dragaggio della parte centrale e prosciugamento del perimetro della valle Volano negli anni ’60 per realizzare un bacino per gli sport acquatici; la Valle Volano si era formata tra il medioevo e il rinascimento. Il sito risulta totalmente incluso nella stazione "Volano, Mesola, Goro" del Parco Regionale del Delta del Po.

Habitat e specie di maggiore interesseFenicotteri in volo. Foto Maurizio Bonora, Mostra e Catalogo Biodiversità in Emilia-Romagna 2003

Habitat Natura 2000. 13 habitat di interesse comunitario, dei quali 4 prioritari, coprono il 78% della superficie del sito: lagune, pascoli inondati mediterranei (Juncetalia maritimi), alofite, vegetazione annua di Salicornia e altre specie annuali delle zone fangose e sabbiose, relitti dunali, margini prativi e limitate formazioni arboree a Quercus ilex.
Specie vegetali. Nessuna specie di interesse comunitario. Sono segnalate specie rare e minacciate quali Plantago cornuti e Bassia hirsuta.
Uccelli. Oltre una ventina le specie di interesse comunitario regolarmente presenti. I bacini vallivi rappresentano un'importante sito di alimentazione per Ardeidi, Anatidi, Caradriformi e Fenicottero. Numerose anche le specie nidificanti: sul dosso Bertuzzi è da molti anni presente una colonia monospecifica di Garzetta, mentre su dossi e barene si riproducono Gabbiano comune, Gabbiano corallino (uno dei principali siti italiani), Beccapesci, Sterna comune, Fraticello, Fratino, Pettegola, Avocetta e Cavaliere d'Italia. Nel sito nidificano anche Averla cenerina e Martin pescatore. Nei canneti del Taglio della Falce è presente una delle più importanti colonie italiane di Airone rosso. Tra i numerosi migratrori e/o svernanti segnalati nel sito è regolare la presenza di numerose specie di aironi e rapaci, tra cui Falco di palude e Albanella reale. In periodo invernale, nel complesso di valle Bertuzzi, l’attività venatoria e le pratiche di dissuasione del Cormorano limitano le presenze che si concentrano nelle aree periferiche (peschiere di sverno, argine Acciaioli, lato Nord sotto l'argine del fiume Po di Volano). Sino all'anno 2000, in corrispondenza del dosso Bertuzzi, era localizzato uno dei più importanti dormitori invernali di Cormorano dell'Alto Adriatico, nonché la prima colonia di nidificazione nel Delta del Po e una delle tre maggiori in Italia. In seguito a interventi di rimozione dei nidi e modificazioni ambientali (taglio e nuova piantumazione della vegetazione arborea) il sito è stato abbandonato. Nell’area nidifica una consistente popolazione di Canapiglia.
Colonia di Gabbiano corallino. Foto Roberto Tinarelli Ecosistema, archivio personaleRettili. E’ presente un nucleo di Testuggine palustre Emys orbicularis, specie di interesse comunitario.
Pesci. Segnalate 6 specie di interesse comunitario. Il Po di Volano è interessato dalla risalita di Cheppia Alosa fallax, dalla presenza di Barbo Barbus plebejus e Cobite comune Cobitis taenia. Presenti anche tre specie tipiche delle acque estuariali e lagunari poco profonde quali il Nono Aphanius fasciatus ed i ghiozzetti di laguna Padogobius panizzai e Pomatoschistus canestrini.
Invertebrati. Nessuna specie di interesse comunitario. Tra le specie rare e/o minacciate è segnalato il lepidottero Zerynthia polyxena.

Per saperne di più

Parco regionale Delta del Po

Flora del Ferrarese

Cartografia

Carta di dettaglio

Inquadramento territoriale

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/12/2011 — ultima modifica 05/04/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it