sabato 21.07.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

IT4060012 - SIC-ZPS - Dune di San Giuseppe

Superficie: 73 ettari
Province e Comuni interessati: FERRARA (Comacchio)

Il sito include aree del Parco regionale Delta del Po

Formulario

Formulario Natura 2000 del sito IT4060012

Note esplicative al formulario

Enti gestori

Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Strumenti di gestione

Misure Specifiche di Conservazione

Misure Specifiche di Conservazione - Quadro conoscitivo

Descrizione e caratteristiche

Convolvolo delle spiagge. Foto Università di Ferrara, Mostra e Catalogo Biodiversità in Emilia-Romagna 2003Tra il mare dei lidi ferraresi e la grande bonifica, a breve distanza (meno di un chilometro) dalla spiaggia si trova un’area relitta di dune fossili, localmente note anche come dune della Puia o dune di San Giuseppe. Meno antiche e rilevate delle dune di Massenzatica ma più strutturate di quelle di Volano, corrispondono a quel tipo d’ambiente più propriamente retrodunale che si può ritrovare a tratti alle spalle della costa, colonizzabile da parte di un’agricoltura modesta ed estensiva, di tipo orticolo, attualmente regredita quasi fino all’abbandono. L’ambiente, di sabbie consolidate ormai del tutto erose e di terreni molto sciolti e soggetti ad una certa acidificazione, presenta macchie di leccio e praterie xeriche. Si tratta in fin dei conti di un buon esempio degli ambienti seminaturali localizzati nella fascia di transizione tra il mare e la pianura coltivata. Il sito consiste in un tratto di costa esteso su un fronte di circa 600 m completo del tratto di mare antistante alla spiaggia per un ampiezza di trecento metri circa ed un più ampio fronte di praterie retrodunali che si estende verso Sud parallelamente alla costa sino all’altezza dell'abitato di San Giuseppe. Predominano gli ambienti di prateria retrodunale con diverse tipologie vegetazionali che comprendono vegetazione post-colturale e d'invasione dei seminativi, xerobrometi, con macchie di arbusti e alberi sempreverdi di specie tipicamente mediterranee. Il sito ricade nel Parco Regionale del Delta del Po, Stazione di Comacchio.

Habitat e specie di maggiore interesse

Sono presenti sette tipi di habitat d’interesse comunitario che coprono quasi il 15% della superficie del sito. Uno di essi è prioritario. Sono stati evidenziati tutti gli habitat di duna, dalle sabbie instabili della linea di costa fino a quelle fisse dell’entroterra (5) e in particolare  un habitat di vegetazione effimera con formazioni erbacee pioniere sulle spiagge sabbiose, su substrato ricco di sali marini e di sostanza organica in decomposizione (codice 1210); quattro tipi di habitat dunali veri e propri con dune embrionali mobili, con psammofile perenni ai primi stadi dell’edificazione delle dune (2110, dune bianche) anche con presenza di Ammophila arenaria (codice 2120) al colmo, da dune grigie, stabili con vegetazione erbacea perenne (codice 2130*, prioritario) e, infine, da prati dunali con vegetazione erbacea annuale, a sviluppo primaverile, su sabbie aride retrodunali (codice 2230); due habitat di tipo forestale con boschi ripariali di Salice e Pioppo bianco, su suoli poco evoluti (codice 92A0) e aggruppamenti termoxerofili a dominanza di leccio (Quercus ilex, codice 9340).

Specie vegetali. Nessuna specie di interesse comunitario. L'ambiente è caratterizzato da sclerofille mediterranee in particolare leccio, cisto rosa e pungitopo. Tra le specie rare e minacciate sono segnalate Erianthus ravennae, Centaurea spinosa-ciliata subsp. Tommasinii, Kochia arenariaBupleurum baldense, Scabiosa argentea, Hypochoeris glabra, Carex liparocarpos ed alcune specie di orchidee (Anacamptis pyramidalis, Orchis morio, Ophrys sphegodes).

Specie animali.   Mammiferi. Sono presenti quattro specie di Chirotteri inclusi nell’Allegato IV della Direttiva Habitat e protetti dalla Legge Regionale n. 15/2006 sulla tutela della fauna minore: il Serotino comune (Eptesicus serotinus), il Pipistrello di Savi (Hypsugo savii), il Pipistrello albolimbato (Pipistrellus kuhlii) e il Pipistrello pigmeo (Pipistrellus pygmaeus).

Uccelli. Segnalate 3 specie di uccelli di interesse comunitario (Falco di palude, Albanella reale, Succiacapre, di cui solo quest’ultima nidificante). Tra le altre specie ornitiche nidificanti figurano Assiolo, Upupa, Gheppio, Torcicollo, Quaglia; numerose le specie migratrici.

Invertebrati. Nessuna specie di interesse comunitario. Degna di nota è la presenza del Lepidottero Ropalocero Apatura ilia. I terreni sabbiosi litorali sono l’ambiente dei cicindelidi: Calomera littoralis e Cylindera trisignata sono i coleotteri più caratteristici.

Per saperne di più

Parco regionale Delta del Po

Flora del Ferrarese

Cartografia

Carta di dettaglio

Inquadramento territoriale

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/12/2011 — ultima modifica 07/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it