lunedì 21.08.2017
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Alberi monumentali in ER

La tutela degli alberi monumentali in Emilia-Romagna.

Cosa fa la Regione

La Regione cura la tutela degli alberi monumentali e promuove azioni per migliorare la loro conservazione. Nello specifico, in collaborazione con l’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali (IBACN) e il Servizio Fitosanitario regionale, coordina le attività inerenti la gestione del vincolo monumentale ed finanzia gli interventi conservativi e di salvaguardia.

Ai sensi della normativa vigente si definisce albero monumentale:

Foto: Roverella di Poggio La Lastra (Nevio Agostini)
Roverella di Poggio La Lastra - Foreste Casentinesi (Autore Nevio Agostini)

  • l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali ovunque ubicate ovvero l’albero secolare tipico, che può essere considerato come raro esempio di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, ovvero che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali; 
  • i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, compresi quelli inseriti nei centri urbani;
  • gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private.

La Regione Emilia-Romagna, con la L.R. 2/1977 e successive modifiche può assoggettare a particolare tutela "esemplari arborei singoli in gruppi o in filari di notevole pregio scientifico o monumentale vegetanti nel territorio regionale", tramite un Decreto del Presidente della Giunta Regionale.

La tutela regionale comporta una serie di indicazioni e divieti quali ad esempio:

  • l’assoluta intangibilità degli esemplari arborei protetti;
  • l’individuazione di un’area di rispetto idonea ad assicurare la buona salute dell’albero, la possibilità di interventi mirati al mantenimento del buon stato vegetativo (che devono essere effettuati solo esclusivamente previo parere vincolante del competente Servizio Fitosanitario regionale);
  • sanzioni per danneggiamenti arrecati al soggetto tutelato.

Di norma l’esemplare tutelato viene affidato al Comune nel cui territorio esso vive (anche se la legge regionale può identificare un arco molto ampio di possibili affidatari).

A chi rivolgersi

Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna
Regione Emilia-Romagna

Viale della Fiera 8, 40127 Bologna
tel. 051.527.6080/6094 fax 051.527.6957
(indicazioni stradali su Google maps)
e-mail: segrprn@regione.emilia-romagna.it
e-mail certificata: segrprn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Stefania Vecchio: tel. 051/5278846
e-mail: stefania.vecchio@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/03/2015 — ultima modifica 12/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it