lunedì 23.07.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Lodolaio

LodolaioRapace diurno

Falco subbuteo

Descrizione: Politipico. Sessi simili. Lunghezza 30-36 cm. (coda 8-10 cm.); apertura alare 82-92 cm. Peso medio 130-325 g. Femmina fino al 10% più grande del maschio. Parti superiori ardesia scuro. Petto e fianchi biancastri con striature nere. Ventre, calzoni e sottocoda rossicci. remiganti e timoniere scure, con barratura più chiara inferiormente. Testa nera. Nuca bianca, macchiata di rossiccio. Giovane: simile all'adulto, ma superiormente più tendente al marrone. Ventre, calzoni e sottocoda più pallidi. Muta da marzo all'autunno. Volo agile e potente, con battiti regolari ed ala rigida. Spesso volteggia e scivola con ali appuntite e dirette leggermente all' indietro. Volteggia con ali completamente distese. Vocifero in periodo riproduttivo, emette versi acuti e ripetuti con tonalità variabili.

Distribuzione e fenologia: Regione paleartica. In Europa, fino al sessantasettesimo grado nord in Scandinavia e ex URSS. Manca dall'Islanda. In Italia, ovunque alle quote medio basse. Manca in Sardegna. Migratore, le popolazioni europee svernano in Africa meridionale. La migrazione autunnale va da fine agosto ai primi novembre; quella primaverile, da marzo ai primi di giugno.

Popolazione: Fluttuante. Diminuito in Francia, Danimarca, Finlandia e Ungheria. Apparentemente stabile od in aumento altrove. Ancora localmente comune. In Italia è stimata una popolazione nidificante di 300-500 coppie.

Habitat: Ambienti aperti alternati a zone boscose. Anche zone umide. Generalmente alle basse quote. In Asia, fino ai 3000 metri.

Alimentazione: Soprattutto Uccelli, fino alle dimensioni di un tordo e grossi insetti volanti. Talvolta piccoli Mammiferi e Rettili.

Comportamento generale: Caccia isolatamente o in coppia, catturando Uccelli ed Insetti in aria. Gli Uccelli sono cacciati di frequente anche all'agguato. Preda raramente a terra, attivo fino a tarda sera. Saltuariamente fa lo "spirito santo". Abbastanza confidente.

Riproduzione: Specie estiva, nidifica su alberi in vecchi nidi di corvidi. Depone fra maggio e giugno Covata di 2-4 uova. Intervallo di deposizione di 2-3 giorni. Incubazione di 28-31 giorni per uovo; generalmente condotta dalla femmina. Periodo di involo di 28-34 giorni. Giovani indipendenti a 60-70 giorni. Età della prima nidificazione, normalmente 2 anni. Produttività circa 1,5.

In Emilia-Romagna: Presente di norma da aprile a ottobre. Nidifica dal livello del mare ai 700 metri circa con un numero di coppie stimato tra 100 e 200. Più frequente nei boschi e pioppeti di pianura e di collina vicino a fiumi e specchi d'acqua. Popolazione nel complesso stabile con produttività nella norma. Apici del passo in aprile-maggio e in settembre-ottobre. Gli individui in transito sono valutabili in centinaia.

Tratto da "Carta delle vocazioni faunistiche del territorio" , Regione Emilia-Romagna, 1978; aggiornato dal Servizio Parchi e Risorse forestali, 2004

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/12/2011 — ultima modifica 06/09/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it