sabato 20.01.2018
caricamento meteo
Sections

Parchi, foreste e Natura 2000

Daino

DainoOrdine: Artiodattili - Famiglia: Cervidi

Dama dama (Linnaeus, 1758)

Collocazione biogeografica:
cosmopolita.

Caratteri distintivi: lunghezza testa-radice della coda 120-160 cm; altezza al garrese nel maschio 75-95 cm, nella femmina 70-80 cm; coda 15-25 cm; peso nel maschio 50-85 Kg, nella femmina 35-50 Kg.

Corpo robusto, tronco allungato, testa relativamente allungata, occhi grandi e ovali, orecchie grandi; collo relativamente gracile. Maschi provvisti di corna caduche palmate (almeno dai 3-4 anni di età).

Arti piuttosto brevi e sottili; coda relativamente lunga e mobile. Mantello estivo bruno rossiccio con chiazze bianche marcate nelle parti superiori e nei fianchi, biancastro nelle parti inferiori; mantello invernale grigiastro privo di chiazze evidenti; "specchio anale" bianco bordato di nero. Mantello dei piccoli simile a quello estivo dell'adulto.

A Impronta zampa anteriore:
lungh. fino ~8 cm; largh. ~5 cm
lungh. ~5-6 cm; largh. ~3,5-4 cm

P Impronta zampa posteriore :
più corta e più stretta

Habitat: pianura e collina, raramente in media montagna, sia in zone boscose che aperte. Preferisce boschi di caducifoglie intercalate da radure e prati. Presente anche in zone costiere, sabbiose con boschi di pino; parchi e giardini.

Abitudini: crepuscolare e diurno. Stazionario, utilizza un'area di 200-300 ha. Gregario, forma branchi "permeabili ", generalmente divisi secondo il sesso, ma anche di tipo misto soprattutto in autunno-inverno; i maschi più vecchi sono solitari e raggiungono le femmine solo per il periodo degli amori. Durante il periodo degli accoppiamenti non si ha formazione di veri "harem" difesi. Si nutre di fogliame, apici legnosi anche con gemme, frutta selvatica, piante erbacee ed erbe prative; in estate si nutre volentieri in campi coltivati di cereali e leguminose. L'accoppiamento avviene generalmente in ottobre-novembre; dopo 32 settimane di gestazione, in giugno nasce generalmente un solo piccolo di 4-5 Kg, capace di correre ad appena 24 ore di vita, ma di solito rimane rannicchiato ed immobile per 1-2 settimane; l'allattamento dura 8-9 mesi. La maturità sessuale fisiologica è raggiunta intorno ai 16 mesi. Vive fino a 16-18 anni, con declino fisico evidente a partire dai 12-13 anni. E' predato dal Lupo; i piccoli possono essere attaccati dalla Volpe.

Status: poco numeroso.

Distribuzione generale: in epoca protostorica forse solo nel Mediterraneo orientale ed Iran. Largamente introdotto e ben stabilizzato nella maggior parte dell'Europa, incluse le Isole Britanniche e la Svezia meridionale; recenti immissioni in America, Sud Africa e in Nuova Zelanda. In Italia: introdotto; manca allo stato libero in gran parte dell'Italia settentrionale, alquanto diffuso in quella centrale, pochi nuclei in quella meridionale e in Sardegna; manca in Sicilia. In Regione: piuttosto diffuso. Presente nel Gran Bosco della Mesola (FE), in provincia di Forlì (Valle del Bidente, del Savio e Montone), nelle province di Bologna, Modena, Reggio e Parma.

Protezione esistente: il Daino è specie cacciabile ai sensi dell'art.18 della L. 11/02/1992, n. 157. Specie protetta dalla Convenzione di Berna (L. 5/8/198 1, n. 503, in vigore per l'Italia dall'1/6/1982).

Tratto da "I Mammiferi dell'Emilia-Romagna" di M.G. Bertusi, T. Tosetti, I.B.C. Regione Emilia-Romagna, 1986

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/12/2011 — ultima modifica 02/11/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it